Hamsik: Napoli ha fame e vuole vincere, spero Mazzarri resti con noi

Napoli, 28 nov. (LaPresse) - "Noi vogliamo arrivare il più in alto possibile, i traguardi personali non mi interessano. Contro Aik e Cagliari sono arrivate due vittorie fondamentali: in Svezia ci siamo qualificato con un turno d'anticipo, in Sardegna siamo arrivati a -2 dalla capolista, ma adesso dimentichiamo quella partita perché c'è il Pescara". Lo ha detto Marek Hamsik ai microfoni di Radio Marte. "I miei numeri? Ho segnato tanti gol, sono a quota 65 - ricorda lo slovacco - ogni tanto guardo queste statistiche, voglio raggiungere Cane' a quota 70. Mi piacerebbe salire ancora, magari superare Savoldi. Maradona? Se resto cinque o sei anni, forse, ma non sarà facile. Vorrei arrivare ancora in doppia cifra, sarebbe bello superare il mio record di 12, ma io penso alla squadra e non a me stesso".

Hamsik indica quindi la strada da seguire per il futuro, suo e della società: "Vincere la Coppa Italia è stato meraviglioso, farlo a Napoli è ancora più bello. E' una città che vive di calcio, non so immaginare se capita altro. Personalmente voglio lasciare un segno anche a livello di presenze: sono nei 10 di tutti i tempi. Ho sempre detto che ce la possiamo giocare con tutti in campionato, con la Juve è andata male nello scontro diretto, ma siamo là, a due punti". Parlando più in generale, viene chiesto al centrocampista azzurro a chi assegnerebbe il Pallone d'Oro e se lo baratterebbe con lo scudetto. "No, scelgo lo scudetto. Chi vince il Pallone d'Oro? Messi c'è sempre, metterei pure Falcaco e forse Drogba".

Parlando del campionato, Hamsik non si sbilancia, ma ha le idee chiare. "La Champions ti prosciuga energie, quindi sprecano sicuramente forze. A Torino abbiamo perso per un episodio che è andato male. Ora dobbiamo rifarci, lo spero vivamente. La Juve rispetto a noi è già abituata a vincere e a lottare per lo scudetto - spiega - noi otto anni fa eravamo in C. Grazie al presidente e alla società, siamo arrivati a livelli alti. Dobbiamo continuare così. In più abbiamo la fame". Per lo slovacco questo è un "campionato incerto, ci siamo noi, oltra alla Juve c'è l'Inter, la Lazio, la Fiorentina e la Roma. Dei bianconeri mi piace tanto Marchisio". Hamsik parla poi di Mazzarri e spiega: "Ha cambiato il mio modo di giocare, è una grande persona, lo stimo tanto. Nel calcio conta il gruppo e lui l'ha costruito. Spero che il nostro allenatore possa restare, mi dispiacerebbe se andasse via". Infine parla anche del presidente De Laurentiis: "Ho un buon rapporto, ci scambiamo pure messaggi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata