Guidolin: Spiace uscire da Europa, ma orgoglioso di cammino Udinese

Udine, 5 dic. (LaPresse) - "Dispiace uscire dall'Europa, ma sono orgoglioso del cammino che i ragazzi hanno fatto". Parole dell'allenatore dell'Udinese Francesco Guidolin, alla vigilia della partita contro il Liverpool, valida per l'ultima giornata della fase a gironi di Europa League. I friulani sono già fuori dai giochi qualificazione. "In Europa - spiega il tecnico - abbiamo fatto un cammino di un anno e mezzo importante, siamo andati a giocare in campi straordinari e grandi palcoscenici. Abbiamo fatto venti gare e abbiamo avuto soddisfazioni e delusioni. Ci dispiace uscire dall'Europa, personalmente la vivo un po' come una bocciatura, però usciamo come escono squadre straordinariamente importanti".

Guidolin si dichiara "orgoglioso del cammino che i ragazzi hanno fatto, mi piace pensare ai match esaltanti come quelli con Arsenal, Celtic, Atl. Madrid e Liverpool anche se naturalmente non dimentico l'eliminazione con l'AZ, i preliminari con il Braga e la doppia sfida con lo Young Boys. È stato un percorso interessante, importante ed esaltante che va dentro l'album dei nostri ricordi. Ci dispiace uscire, però nello sport e nella vita a volte va così". "Adesso - prosegue l'allenatore - abbiamo l'ultima partita nella quale mettere grande fierezza, orgoglio, dignità e uscire a testa alta come abbiamo sempre fatto". "Siccome l'anno scorso abbiamo passato il turno e ora no - puntualizza Guidolin - vuol dire che l'anno scorso è stato più complicato. Con la caratura delle squadre di quest'anno le difficoltà indubbiamente erano maggiori. Poi, sicuramente, c'erano altre difficoltà, ma non mi va di tornare su questi argomenti".

Tornando alla sfida con il Liverpool, Guidolin sottolinea: "A livello di risultato la partita di domani non ha nulla da dire, ma noi comunque dobbiamo onorare l'impegno. Mi sono sbagliato quando ho detto che avevamo raggiunto il culmine dell'emergenza con la Lazio perché domani è ancora più dura tra defezioni per la lista Uefa e infortunati. C'è la possibilità di provare qualche novità, anche per le tante assenze, ma - aggiunge - devo ancora decidere". A chi gli chiede se l'Udinese avrà nuovamente la possibilità di giocare in Europa, Guidolin risponde: "In questo momento non lo so, io mi auguro il più presto possibile perché l'Udinese è una piccola realtà che è riuscita diverse volte ad andare in Europa. Questa società - continua - è sempre stata brava ad allestire gruppi importanti capaci di raggiungere questo obiettivo".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata