Guardiola: Ho scelto il Bayern Monaco per i giocatori e per la storia

Monaco (Germania), 24 giu. (LaPresse) - "Perdonate il mio tedesco, non è il posto più indicato per imparare il tedesco questo, ma vi assicuro che migliorerò la mia lingua". Queste le prime parole di Pep Guardiola da nuovo allenatore del Bayern Monaco. "A oggi è un regalo, una fortuna essere qui perché il Bayern Monaco è una squadra incredibile e mi sento onorato di essere qui - ha aggiunto l'ex tecnico del Barcellona - Come ho detto è un regalo, voglio ringraziare il Bayern per questa opportunità, ho fatto questa scelta soprattutto per i giocatori e la storia. Non ho avuto difficoltà a sceglierlo, è una delle più grandi squadre del mondo. Mi hanno accolto tutti molto bene", ha sottolineato Guardiola.

Dopo un anno sabbatico trascorso a New York, ecco il Bayern Monaco. "Il periodo che ho passato a Barcellona è stato bellissimo, adesso è una nuova avventura qua a Monaco - ha ammesso Pep Guardiola - Credo che questa squadra abbia la possibilità di scrivere la storia, sono pronto a dare il massimo, spero che tutti anche i tifosi ci staranno accanto e siano orgogliosi di avere una squadra così. Mi piace questo gioco, era così da giocatore e lo è da allenatore. Mi piace parlare con i giocatori, allenarli e creare un gruppo", questo il modus operandi dell'allenatore spagnolo.

"Quando alleni il Bayern non puoi aspettarti che non ti chiedano di vincere. Queste deve essere l'obiettivo". Pep Guardiola spiega di non patire particolarmente le pressioni nel giorno della sua presentazione ufficiale al Bayern Monaco. "Io devo continuare su questi livelli, vivere la stagione con la mia squadra, come allenatore hai sempre una grande pressione ma io sono consapevole di quello che affronterò - ha sottolineato il tecnico spagnolo - Non ho problemi ad affrontare questa situazione, sono convinto di potercela fare". Il nuovo allenatore dei bavaresi ha poi spiegato le differenze tra la sua avventura al Barcellona e quella in Germania. "Il mio primo anno da allenatore del Barcellona avevo una squadra che doveva essere riformata - ha sottolineato Guardiola - mentre a volte arrivi in una squadra che è già al top, con grandi campioni. Al Barcellona ho avuto un compito complicato, diverso da questo ma sicuramente difficile. Nelle ultime stagioni il Bayern Monaco ha giocato un calcio fantastico, soprattutto nell'ultima, hanno vinto tre titoli più la Supercoppa in estate contro il Borussia Dortmund", ha ricordato lo spagnolo.

Il presente e il passato di Guardiola si incroceranno molto presto. Il 24 luglio infatti Bayern Monaco e Barcellona si affronteranno in amichevole. "Non so cosa proverò, sarà sicuramente un giorno speciale per me - ha ammesso il tenico spagnolo - Io sono qui grazie a quello che ho fatto a Barcellona. Sicuramente sarà una bella partita che ci permetterà di preprarci alla stagione e alla Supercoppa tedesca, sarà un test molto importante per noi".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata