Grecia, gli elettori scelgono l'euro: il ritorno della dracma sale a 2,38
I greci hanno scelto di rimanere nell'euro: la vittoria del partito Nuova Democrazia alle elezioni di ieri ha convinto anche il G7 e il Fondo Monetario internazionale, che si sono detti pronti a sostenere Atene. Si allontana quindi l'ipotesi dell'uscita dall'euro: anche se la Grecia resta favorita per l'addio alla moneta unica tra i Paesi dell'Eurozona - a 1,12 davanti all'Italia, quotata a 7,00 - il ritorno della dracma entro la fine del 2012 si gioca ora a 2,38. MSC/Agipro

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata