Grecia di nuovo a rischio, l'addio all'Euro a 2,75
In un'altra settimana cruciale per il futuro della Grecia, il ministro delle Finanze Yannis Stournaras ha insistito sull'importanza per Atene di rimanere all'interno dell'Eurozona. Nonostante le intenzioni e i prossimi tagli per 11,5 miliardi, i bookmaker esteri rimangono scettici e hanno di nuovo tagliato la quota per l'uscita dall'euro della Grecia (portandola da 4,00 a 2,75 entro l'inizio del 2013), che rimane davanti a tutti (a 1,20) nella lista sul primo paese che abbandonerà la moneta unica. FP/Agipro

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata