Gp Spa, Raikkonen davanti a Mercedes, Vettel quinto ma passo ok

Le Rosse precedono le Frecce d'Argento nelle libere e si preparano a dare battaglia nelle qualifiche

La Ferrari lancia un avvertimento alle Mercedes: le Rosse precedono le Frecce d'Argento nel venerdì di Spa e si preparano a dare battaglia nelle qualifiche. La copertina se la spartiscono Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen a conferma dell'ottimo feeling della SF71H sul circuito belga: bene, dunque, il nuovo motore del Cavallino. Per le due monoposto anglotedesche, invece, qualche problemino nella gestione delle morbide. Il tedesco firma il miglior tempo al mattino, con 1.44.358, precedendo l'olandese Max Verstappen su Red Bull e il leader del Mondiale Lewis Hamilton. Al pomeriggio a svettare è la Rossa del finlandese. Con le supersoft, 'Iceman' ha fermato il cronometro su 1:43.355 tenendo alle spalle le Mercedes: Hamilton ha chiuso secondo a 168 millesimi, Valtteri Bottas a 448 millesimi. Domenica l'ex pilota della Williams, peraltro, scatterà insieme a Nico Hülkenberg dal fondo della griglia a causa  delle penalità ricevute per i cambi del motore. Quarto crono per la Verstappen, in ritardo di 691 millesimi, Vettel è quinto (+0.774): un risultato indubbiamente penalizzato anche dal traffico. In ogni caso il tedesco ha brillato nella simulazione del passo gara con la gomma media. Sesto tempo per la Red Bull di Daniel Ricciardo (+0.895), che al mattino ha dovuto far fronte a un problema tecnico, settima la Force India di Sergio Perez (+1.307). Completano la top ten Sainz su Renault (+2.126) e le Sauber di Ericsson (+2.182) e Leclerc (+2.267).

"E' stata una buona giornata, la macchina ancora non è come la vorrei e dobbiamo lavorare un po'", il commento di Vettel. "Forse Kimi è stato più contento sul giro secco, però abbiamo ancora un po' di tempo, quindi vediamo. La nuova power unit? Oggi è un po' difficile saperlo, dobbiamo aspettare domani e la settimana prossima, Monza è una pista di pura potenza. Vedremo. Al momento sembriamo tutti fiduciosi". Cauto Raikkonen: "Se potrò lottare per la pole e la vittoria? Lo vedremo, è solo venerdì", ha tagliato corto il finlandese. "La power unit? Impossibile valutare ora, abbiamo corso tre settimane fa l'ultima volta e il circuito era totalmente diverso. Il fatto che comunque non lo abbiamo mai messo in una macchina dà comunque qualche sensazione diversa e dovrebbe portare dei progressi, è naturale". Domani gli sguardi dei piloti saranno al cielo: "Il meteo decisivo? Sì, qui cambia rapidamente, aspettavamo un po' di pioggia oggi ma non si è vista. Però se ti guardi in giro potrebbe piovere in qualunque momento. Vedremo", ha aggiunto Raikkonen. A Spa la Ferrari ha voluto ricordare le vittime della tragedia di Genova: La frase 'Nei nostri cuori' e un'immagine del ponte Morandi tenuto insieme dal simbolo della scuderia sono apparsi sul muso delle due Rosse.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata