Golf, Ryder Cup: primi 8 qualificati in team Europa, c'è Molinari
Il golfista italiano si è qualificato primo con largo margine

Con il Made In Denmark si sono conclusi i tornei validi per acquisire i punti per le due classifiche che hanno assegnato otto dei dodici posti nel team europeo che affronterà gli statunitensi nella prossima Ryder Cup (Francia, 28-30 settembre). La 'European Points' ha qualificato Francesco Molinari, primo con largo margine che ha messo un punto fermo sulla sua partecipazione con le tre splendide vittorie stagionali, major compreso (Open Championship), e gli inglesi Justin Rose, Tyrrell Hatton e Tommy Fleetwood, mentre la 'World Points', dove il torinese sarebbe stato lo stesso al vertice, ha premiato lo spagnolo Jon Rahm, il nordirlandese Rory McIlroy, lo svedese Alex Noren e il danese Thorbjorn Olesen. Il daneseThomas Bjorn, capitano della selezione, annuncerà i nomi dei giocatori ai quali assegnerà le 4 wild card a sua disposizione mercoledì 5 settembre, alle ore 15 italiane, dagli studi di Sky Sport inglese. Nella squadra americana, affidata a Jim Furyk, sono stati ammessi di diritto Brooks Koepka, Dustin Johnson, Justin Thomas, Patrick Reed, Bubba Watson, Jordan Spieth, Rickie Fowler e Webb Simpson. 

L'inglese Matt Wallace intanto ha vinto con 269 (68 68 66 67, -19) colpi il Made In Denmark (European Tour) sul percorso del Silkeborg Ry GC (par 72), ad Aarhus in Danimarca. Ha superato con un birdie alla seconda buca di playoff i connazionali Lee Westwood, Jonathan Thomson e Steven Brown con i quali aveva terminato alla pari il torneo. E' rimasto fuori dallo spareggio per un colpo il sudafricano Erik Van Rooyen (270, -18), ha concluso al sesto posto con 271 (-17) il danese Lucas Bjerregaard ed è salito dal 13° al settimo con 272 (-16) l'inglese Matthew Fitzpatrick, che ha cercato la buona prestazione sperando di convincere il capitano di Ryder Cup Thomas Bjorn (69° con 285, -3) a concedergli una wild card per la sfida di Parigi contro gli americani. Aveva lo stesso obiettivo anche l'altro inglese Eddie Pepperell, che però non ha brillato (56° con 283, -5). Si è classificato 20° con 277 (-11) il danese Thorbjorn Olesen: era già tra i qualificati per la Ryder Cup, ma avrebbe voluto dare maggior soddisfazione ai suoi fans. Matt Wallace, 28enne di Hillingdon, ha ottenuto il quarto successo in carriera e il terzo stagionale. Ha ricevuto un assegno di 250.000 euro su un montepremi di 1.500.000 euro. E' uscito al taglio Edoardo Molinari (74° con 143 - 71 72, -1). 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata