Golf, Des Iles Borromees: domina il romano Andrea Saracino
Ottavo successo italiano nell'arco di 40 giorni da ricordare

Continua lo straordinario momento d'oro del golf italiano con gli azzurri che vincono tornei internazionali su tutti i circuiti professionistici di peso e in ogni fascia d'età con gli amateur. Andrea Saracino nel Des Iles Borromées Open presented by Cashback World, torneo in calendario nell'Alps Tour e nell'Italian Pro Tour Banca Generali Private, ha firmato l'ottavo successo italiano nell'arco di 40 giorni da ricordare in cui spiccano le due perle assolute di Francesco Molinari (Open Championship, un major, e Quicken Loans nel PGA Tour) e la vittoria delle Girls nel campionato europeo a squadre a cui si aggiungono un altro titolo nell'Alps (Guido Migliozzi) e i tre ottenuti da giovani azzurri (Anna Zanusso in Svezia, Matteo Cristoni in Scozia e Maria Vittoria Corbi in Francia). Inoltre Lorenzo Scalise e Stefano Mazzoli hanno dato il loro fattivo contributo al successo dell'Europa Continentale nel St. Andrews Trophy. 

Sul percorso del Golf Des Iles Borromées (par 71) Andrea Saracino (195 - 62 68 65, -18) ha lasciato a sei colpi il più esperto francese Julien Foret (201, - 12), leader dopo due turni e raggiunto al secondo posto dallo spagnolo Santiago Tarrio. Subito dietro altri due transalpini, Victor Marchiset (202, -11) e Alexandre Daydou (204, -9), in sesta posizione un tonico Pietro Ricci con 205 (71 68 66, -8) e in 11a con 206 (-7) Joon Kim. A metà classifica Carlo Casalegno, Lorenzo Scotto e Tommaso Zorzetto, 28.i con 211 (-2), quest'ultimo il migliore tra i dilettanti italiani che si sono comportati molto bene superando in sette il taglio.

Aveva annunciato alla vigilia una gara d'attacco e Andrea Saracino non si è smentito giocando con una grinta e una determinazione che hanno prodotto un ritmo insostenibile per gli altri. Sette birdie sulle prime 14 buche, poi un bogey ininfluente a giochi fatti per il 65 (-6) con cui ha siglato il suo primo titolo nel circuito che gli ha reso 5.800 euro su un montepremi di 40.000 euro.

"Come ci si sente dopo il primo successo? Benissimo - ha detto il vincitore - credo sia la parola più adatta. Oggi il mio gioco non ha avuto falle e inoltre la brutta partenza di Foret, unita all'ottima mia, con tre birdie sulle prime sei buche, mi ha messo in condizioni di andare fino al termine con la necessaria tranquillità, tanto da avere la sensazione che fosse tutto facile. Con la vittoria ho avuto un bonus perché passerò direttamente allo Stage 2 della Qualifying School dell'European Tour. Spero di approdare sul circuito maggiore o quanto meno sul Challenge Tour, entrando tra i primi cinque della money list dell'Alps". S

aracino, romano, 24 anni, professionista dall'inizio del 2017, si è messo in evidenza lo scorso anno con due quinti posti (Memorial Bordoni e Campionato PGAI) e per una certa regolarità di gioco. Nella nuova stagione è partito con maggior convinzione, è stato spesso nelle parti alte della classifica, ed è giunto quattro volte tra i primi dieci (4° Memorial Bordoni, sesto Red Sea Little Venice, 8° Obidos International Open, 9° Campionato Nazionale Open) prima di sbancare il Des Iles Borromées Open presented by Cashback World. 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata