Giuseppe Rossi: Non mi interessa quello che dice Prandelli, penso al futuro

Moena (Trento), 17 lug. (LaPresse) - "Non mi interessa quello che dice. Sono veramente tranquillo adesso, sto pensando al futuro". Giuseppe Rossi, attaccante della Fiorentina, torna sulla diatriba a distanza con l'ex commissario tecnico della Nazionale Cesare Prandelli, il quale si è detto 'deluso' dal giocatore per come ha reagito all'esclusione dai convocati per il Mondiale in Brasile. "Se riscriverei il tweet? Certo. Non c'era nessuno attacco verso nessuno", chiarisce Rossi dal ritiro viola di Moena. "Ho solo chiarito alcune cose che avevo letto sui quotidiani". "Conte sulla panchina della Nazionale come lo vedo? Benissimo, è un vincente".

L'augurio che faccio la Fiorentina "è non perdere giocatori durante la stagione perché vogliamo fare un grande campionato". Rossi non nasconde le ambizioni in vista della prossima stagione. L'attaccante rassicura sulle sue condizioni: "Sto benissimo", spiega in conferenza stampa. "Sto facendo lavoro fisico con la squadra tutti i giorni. Sono molto stanco ed è un segno positivo. Quando sarò in campo in amichevole? Vediamo se gioco contro il Kalloni sabato. Non c'è fretta". Per il ginocchio, dice, "devo fare un po più di potenziamento rispetto al resto dei ragazzi. Niente di più". La speranza è di poter avere accanto in campo contemporaneamente sia Cuadrado, oggetto del desiderio di molte big sia Mario Gomez: "Sarebbe bellissimo. Juan e Mario sono due grandi calciatori. Con Gomez purtroppo ho giocato poco". Rossi manifesta la voglia di alzare dei trofei: "Già la scorsa stagione ci siamo andati vicino in Coppa Italia. Zona Champions League fattibile? Noi ci consideriamo una squadra che può sicuramente arrivare in alto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata