Giro, trionfo Amador a Cervinia. Hesjedal si riprende maglia rosa

Cervinia (Valle d'Aosta), 19 mag. (LaPresse) - Andrey Amador si aggiudica la 14esima tappa del Giro d'Italia, la Cherasco-Cervinia di 206 km. Il costaricano della Movistar ha preceduto al traguardo in salita il ceco Jan Barta (Team NetApp) e l'italiano Alessandro De Marchi (Androni Giocattoli). Finale emozionante con il terzetto, scattato in fuga, che si gioca il successo di tappa in volata precedendo di circa 20 secondi il gruppo degli inseguitori.

Ryder Hesjedal torna ad indossare la maglia rosa. Il canadese della Garmin scavalca in testa alla classifica generale lo spagnolo della Katusha Joaquin Rodriguez, a 9". Domani la 15esima tappa, 169 km con partenza da Busto Arsizio ed arrivo a Pian dei Resinelli.

"E' un grande motivo d'orgoglio aver vinto una tappa al Giro". Così ai microfoni di Rai Sport il costaricano Andrey Amador commenta il successo odierno al traguardo di Cervinia. "Dedico la vittoria alle persone che mi sono state vicine, alla mia fidanzata Laura e alla mia famiglia", prosegue il corridore della Movistar. "Ieri avevo provato la fuga e mi avevano preso. Oggi - ha aggiunto Amador, primo costaricano ad aggiudicarsi una frazione della corsa rosa - volevo provare a vincere e ce l'ho fatta".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata