Giro d'Italia, Ciccone vince 10/a tappa: Jungels nuova maglia rosa
Dopo la frazione perde la prima piazza Brambilla

Giulio Ciccone della Bardiani Csf ha vinto per distacco la 10/a tappa la Campi Bisenzio-Sestola di 219.0 km.  Per il ciclista abruzzese è la prima vittoria da professionista. Secondoposto per il russo Ivan Rovny della Tinkoff, staccato di 42". Terzo posto per il colombiano John  Atapuma della BMC a 1'20". Da segnalare il quinto posto del veterano Damiano Cunego della Lampre-Merida, staccato di 2'04". Undicesimo posto per Giovanni Visconti della Movistar, a lungo in fuga, staccato di 2'11", nel gruppetto del siciliano anche lo spagnolo Alejandro Valverde. Vincenzo Nibali della Astana è arrivato quattro secondi dopo. Domani è in programma l'11/a tappa, la Modena-Asolo di 227.0 km.
 

 Il lussemburghese Bob Jungels della Etixx-Quick Step è la nuova maglia rosa del Giro d'Italia dopo la tappa. Jungels ha ora 26" di vantaggio su Andrey Amador della Movistar. Terzo posto nella classifica generale per lo spagnolo Valverde della Movistar a 50", stesso tempo dell'olandese Kruijswijk della LottoNL. Quinto posto per Nibali della Astana a 52". La ex maglia rosa  Gianluca Brambilla della  Etixx - Quick-Step è sesto a 1'11" da Jungels.

 

Oggi c'è  stata un colpo di scena nella gara: lo spagnolo Mikel Landa, uno dei favoriti per la vittoria finale, è stato costretto al ritiro nel corso tappa. E' stato il Team Sky ad annunciarlo su Twitter parlando di una "indisposizione" ma rimandando ad ulteriori aggiornamenti per capire i motivi dell'abbandono. Sicuramente Landa non stava nene fin da questa mattina, visto che si era staccato dal gruppo dopo una settantina di chilometri.  "Mikel è stato male durante la notte, ne abbiamo parlato questa mattina e ha iniziato la tappa di oggi con la speranza di essere in grado di andare avanti", ha detto il direttore generale del Team Sky Dave Brailsford. "Era abbastanza chiaro che la malattia lo aveva gravemente colpito e che non sarebbe stato in grado di continuare", ha aggiunto. Landa è arrivato terzo al Giro dello scorso anno e il Team Sky aveva programmato la sua strategia intorno allo spagnolo. "Siamo molto delusi per Mikel, che era in attesa di attaccare in montagna e animare la gara", ha dichiarato ancora Brailsford. Il medico della squadra Inigo Sarriegui ha detto che Landa si era svegliato con forti dolori addominali. "Probabilmente si tratta di una gastroenterite virale", ha concluso Sarriegui.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata