Giro d'Italia: Brambilla vince ad Arezzo e conquista la maglia rosa
Vittoria per distacco nell'ottava tappa della gara

Gianluca Brambilla della Etixx-Quick Step ha vinto per distacco l'ottava tappa del Giro d'Italia, la Foligno-Arezzo di 186.0 km. Oltre alla vittoria di tappa, Gianluca Brambilla conquista anche la maglia rosa di leader del Giro d'Italia. L'olandese Tom Dumoulin della Giant, partito oggi in rosa, è infatti arrivato staccato di ben 2'50" da Brambilla.

Secondo posto per Matteo Montaguti della AG2R La Mondiale, staccato di 1'06". Terzo per Moreno Moser della Cannondale Pro Cycling Team, che ha regolato il gruppetto degli inseguitori a 1'27".  Seguono a 1'41" l'altro gruppetto comprendende lo spagnolo Alejandro Valverde della Movistar e Mikel Landa della Astana. In ritardo anche Vicenzo Nibali della Astana, giunto al traguardo con 2'08" di ritardo. Grazie alla vittoria odierna e al crollo di Tom Dumoulin, arrivato al traguardo con 2'50" di ritardo, Brambilla conquista anche la maglia rosa di leader della generale. Il portacolori della Etixx precede di 23" il russo Ilnur Zakarin della Katusha, di 33" l'olandese Steven Kruijswijk della Lotto, di 36" Valverde e di 45" Nibali della Astana. Domani è in programma la nona tappa, la attesa cronometro individuale Chianti-Chianti di 40.5 km.

"NON CI CREDO". "Ancora non ci credo che indosso la maglia rosa, sto andando forte quest'anno e questa vittoria è dedicata alla mia compagna e a mia figlia". Così Gianluca Brambilla nuova maglia rosa del Giro d'Italia commenta ai microfoni della Rai la vittoria nell'ottava tappa con arrivo ad Arezzo. "Sono contentissimo, soprattutto perchè la fuga l'ho creata io in discesa dopo la prima salitella. In pochi ci credevano visto che ero a 2' in classifica e non ci lasciavano spazio. Siamo andati tutti forte, un grazie speciale a Matteo Trentin che ha dato tutto fino a sotto la salita e poi è toccato a me. Montaguti è partito subito, io non la conoscevo e mi sono gestito. Poi sono partito a tutta senza guardare in faccia nessuno", ha concluso Brambilla.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata