Giro d'Italia, 6/a tappa: vittoria Cavendish, Paolini resta leader

Margherita di Savoia, 9 mag. (LaPresse) - Mark Cavendish si aggiudica la sesta tappa del Giro d'Italia, 169 km con partenza da Mola di Bari ed arrivo a Margherita di Savoia. Per il britannico si tratta del secondo successo in questa edizione della corsa. Grande favorito per il successo finale, Cavendish non ha tradito le attese aggiungendo il secondo acuto dopo la vittoria di Napoli, nel giorno del secondo anniversario della morte di Wouter Weylandt, omaggiato dai corridori.

Il britannico della Omega Pharma QuickStep ha concretizzato l'ottimo lavoro del suo team battendo in volata l'italiano della Cannondale Elia Viviani, secondo proprio come al traguardo della prima tappa, e l'australiano Matthew Goss (Orica GreenEdge). Quarto il francese Nacer Bouhanni (Fdj), davanti a Mattia Gavazzi (Androni) e Manuel Belletti (Ag2r La Mondiale). Da segnalare una caduta che ha interessato, a 31 km dal traguardo, numerosi corridori tra cui Bradley Wiggins, grande favorito per la vittoria finale e costretto a cambiare la bicicletta. Luca Paolini mantiene la testa della classifica del Giro d'Italia. L'italiano della Katusha resta in rosa per il quarto giorno consecutivo. Domani è in programma la settima tappa, 177 km con partenza da Marina di San Salvo ed arrivo a Pescara, dopo aver attraversato l'Appennino.

ORDINE DI ARRIVO. 1. Mark Cavendish, Omega Pharma-Quickstep, 3 ore, 56 minuti, 3 secondi; 2. Elia Viviani, Cannondale Pro Cycling, st; 3. Matthew Harley Goss, Orica Greenedge, st; 4. Nacer Bouhanni, FDJ, st; 5. Mattia Gavazzi, Bardiani Valvole - CSF Inox, st; 6. Manuel Belletti, AG2R La Mondiale, st; 7. Davide Appollonio, AG2R La Mondiale, st; 8. Giacomo Nizzolo, Radioshack Leopard, st. 9. Matti Breschel, Team Saxo-Tinkoff, st; 10. Roberto Ferrari, Lampre-Merida, st. 11. Edwin Avila Vanegas, Colombia, st; 12. Kenny De Haes, Lotto Belisol Team, st; 13. Adam Blythe, BMC Racing Team, st; 14. Iljo Keisse, Omega Pharma-Quickstep, st; 15. Ioannis Tamouridis, Euskaltel-Euskadi, st; 16. Stefano Pirazzi, Bardiani Valvole - CSF Inox, st; 17. Francisco Jose Ventoso Alberdi, Movistar Team, st; 18. John Degenkolb, Team Argos-Shimano, st; 19. Arnold Jeannesson, FDJ, st; 20. Pavel Brutt, Katusha Team, st.

CLASSIFICA. 1. Luca Paolini, Katusha Team, 23 ore, 52 minuti, 42 secondi; 2. Rigoberto Uran, Sky Procycling, a 0:17; 3. Benat Intxausti Elorriaga, Movistar Team, 0:26; 4. Vincenzo Nibali, Astana Pro Team, 0:31; 5. Ryder Hesjedal, Garmin Sharp, 0:34; 6. Bradley Wiggins, Sky Procycling, 0:34; 7. Gianpaolo Caruso, Katusha Team, 0:36; 8. Sergio Luis Henao Montoya, Sky Procycling, 0:37; 9. Mauro Santambrogio, Vini Fantini-Selle Italia, 0:39; 10. Cadel Evans, BMC Racing Team, 0:42; 11. Thomas Danielson, Garmin Sharp, 0:42; 12. Robert Gesink, Blanco Pro Cycling Team, 0:45; 13. Yury Trofimov, Katusha Team, 0:46; 14. Ivan Santaromita, BMC Racing Team, 0:54; 15. Pieter Weening, Orica Greenedge, 0:55; 16. Robert Kiserlovski, Radioshack Leopard, 1:00; 17. Fabio Aru, Astana Pro Team, 1:15; 18. Samuel Sanchez Gonzalez, Euskaltel-Euskadi, 1:18; 19. Steven Kruijswijk, Blanco Pro Cycling Team, 1:19; 20. Michele Scarponi, Lampre-Merida, 1:23.

CAVENDISH - "Sono contento e felice. Oggi la squadra ha fatto un lavoro incredibile". E' il commento di Mark Cavendish. "E' stato tutto perfetto, al 100 per cento", aggiunge ai microfoni di Rai Sport il corridore della Omega Pharma QuickStep, al secondo successo in questa edizione della corsa.

VIVIANI - "A Napoli ero più vicino, oggi Mark aveva una marcia in più". Elia Viviani commenta così l'arrivo della sesta tappa del Giro d'Italia, nella quale si è piazzato secondo alle spalle del vincitore Cavendish. "La volata è stata un po' confusa - spiega il corridore della Cannondale ai microfoni di Raisport - ma quando ho visto che ero attaccato alla sua ruota ho provato a tenere per provare a saltarlo nel finale. Ma lui ha avuto una progressione perfetta. Merito a lui, gli faccio i complimenti".



© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata