Giomi: Schwazer ha dimostrato che si può vincere senza doparsi
Il presidente della Fidal, Alfio Giomi commenta così la vittoria dell'azzurro

"Per tanti anni c'è stata una corrente di pensiero che diceva che per vincere nell'atletica bisogna doparsi. Schwazer invece ha dimostrato che nell'atletica si vince senza doparsi ma allenandosi bene. Per me è stato importante questo. Il doping è l'arma dei deboli, una scorciatoia per chi ritiene che non basti l'allenamento". Lo dice il presidente della Fidal, Alfio Giomi, dopo la vittoria di Alex Schwazer nella 50km di marcia al mondiale a squadre di Roma, sua prima gara ufficiale dopo lo stop di 3 anni e 9 mesi per positività all'antidoping.

Giomi loda poi la prestazione globale dell'Italia, oro a squadre nella specialità: "Abbiamo fatto vedere che la marcia italiana esiste - dichiara - deficitaria nella 20km ma campione del mondo nella 50km. Se devo dire l'atleta che mi ha stupito di più è stato Teodorico Caporaso". "Inoltre - conclude - abbiamo organizzato quella che credo sia l'edizione più bella dei mondiali di marcia a squadre di sempre".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata