Giochi invernali in Corea: oltre 120 azzurri in gara. "Speriamo in tante medaglie"
Sport per sport le possibilità di podio per l'Italia a Pyeongchang. Si può essere ottimisti. Malagò (presidente Coni): "Mai così tanti e così forti"

Saranno più di 120 gli azzurri dello sport invernale che prenderanno parte ai XXIII Giochi Olimpici in programma a Pyeongchang, in Corea del Sud dal 9 al 25 febbraio. Mai come questa volta saranno Olimpiadi di pace e per la pace, se davvero hanno aiutato la ripresa del dialogo tra le due Coree in guerra da 64 anni. E saranno Giochi di livello tecnico altissimo con l'Italia competitiva in tante specialità come non si vedeva da tempo e come, forse, quasi nessuno sperava: "Noi a queste Olimpiadi - ha detto nei giorni scorsi il presidente del Coni, Giovanni Malagò - siamo presenti in tutti gli sport tranne che nell'hockey su ghiaccio. Su 102 discipline abbiamo ottenuto il pass per disputare le gare in 95. Non abbiamo mai avuto una spedizione numericamente così forte. Ovviamente Torino a parte perchè il Paese ospitante è qualificato di diritto a tutte le discipline". La squadra azzurra sarà resa definitiva e ufficiale il prossimo 28 gennaio.

Ma quante medaglie potrebbero arrivare dalla Corea? L'Italia, oggi, è tredicesima nel medagliere assoluto dei Giochi invernali con 114 medaglie (37 ori, 34 argenti 43 bronzi). Dal 1992 (Albertville) al 2006 (Torino) il medagliere italiano è sempre arrivato in doppia cifra: 14 ad Albertville, 20 (record) a Lillehammer, 10 a Nagano, 13 a Salt Lake City e 11 a Torino. Poi due edizioni in tono minore con i 5 podi di Vancouver (1 oro) e gli 8 di Sochi (senza vittorie). Conquistare qualche oro e arrivare a un bottino superiore alle dieci medaglie è un obiettivo ambizioso ma realizzabile. Abbiamo provato a capire come esaminando le discipline sportive (14 su 15 del programma olimpico) in cui l'Italia sarà presente.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata