Ginnastica, ex atlete Usa: Coach nazionale abusò di noi negli anni '80

Los Angeles (California, Usa), 25 set. (LaPresse/AP) - Due ginnaste statunitensi hanno accusato di abuso sessuale Don Peters, allenatore che guidò la squadra statunitense di ginnastica artistica durante i Giochi olimpici di Los Angeles 1984. Le violenze sarebbero avvenute negli anni '80, qualche anno dopo le Olimpiadi. Le accuse sono state lanciate da Doe Yamashiro e da un'altra ginnasta che non ha voluto rilasciare il suo nome, attraverso le pagine del giornale Orange County Register.

"La sicurezza delle atlete - ha commentato il presidente della Federazione ginnastica Usa, Steve Penny - è una priorità per la Federazione e la cattiva condotta sessuale nei confronti di minori è inaccettabile e contro la nostra politica". Doe Yamashiro ha dichiarato al giornale che Peters ha iniziato ad accarezzarla nel 1986 quando aveva 16 anni e ha avuto rapporti sessuali con lei un anno dopo. L'altra ginnasta ha detto di aver avuto rapporti con l'allenatore nel 1985, quando aveva 18 anni.

Peters era uno dei coach di punta della squadra statunitense negli anni '80 e la sua palestra Scats, di Huntington Beach, in California, fornì diverse atlete alla squadra nazionale. Peters guidò la formazione statunitense ai Giochi del 1984, quando gli Usa vinsero otto medaglie, tra cui l'oro nel concorso generale con Mary Lou Retton. Linda McNamara, ex assistente alla palestra Scats, ha dichiarato all'Orange County Register che Peters le confessò all'inizio degli anni '90 di aver avuto rapporti sessuali con entrambe le ginnaste, ma anche con una terza che però non ha voluto commentare.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata