Gb, primo sì alle nozze gay: i bookie silurano Cameron, al suo posto Johnson
ROMA - Primo sì di Londra alle nozze gay. Con 400 voti favorevoli e 175 contrari, la Camera dei Comuni britannica ha approvato il progetto di legge che autorizza i matrimoni tra persone dello stesso sesso , lasciando libertà di scelta alle singole confessioni se autorizzare le celebrazioni nei loro templi. Il provvedimento dovrà passare alla Camera dei Lords il prossimo maggio e poi ritornerà ai Comuni per un secondo voto. Secondo la Bbc, la metà dei conservatori si sarebbe espressa contro la legge fortemente voluta dal premier David Cameron, tanto che l'autorità del leader Tory è stata messa in discussione anche dai bookmaker, che hanno ritoccato le quote sulle dimissioni dalla guida del partito conservatore prima delle elezioni politiche (da 5,00 a 4,50). A prendere il suo posto si candidano il sindaco di Londra Boris Johnson (a 5,00) e il ministro dell'Istruzione Michael Gove (a 7,00). MSC/Agipro

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata