Gb, il West Ham vuole lo stadio di Londra 2012: per i bookie si può
Il West Ham non si arrende e torna all'attacco con nuova offerta per la gestione dello Stadio olimpico dopo i Giochi di Londra 2012. Lo ha annunciato il vice-presidente degli Hammers Karren Brady che, inizialmente, nel febbraio scorso, aveva ottenuto la concessione dell'impianto ai danni del Tottenham. Poi il ricorso degli Spurs con l'impianto tornato sotto il controllo pubblico. "Entro il 23 marzo presenteremo la nostra nuova proposta e già il 21 maggio sapremo a chi verrà assegnato lo stadio", ha spiegato Brady. Che sia West Ham o Tottenham, i bookie britannici sono, comunque, ottimisti e, in lavagna, la possibilità che una squadra (di qualsiasi divisione professionistica) riesca a giocare i match casalinghi di un'intera stagione nello stadio olimpico, entro il 2015, si gioca a 1,29. Per l'ipotesi opposta la quota sale a 3,50. SA/Agipro

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata