Gazzetta Awards: Tortu è l'uomo dell'anno, bis Goggia tra le donne

La sciatrice si è imposta per la seconda volta consecutiva anche grazie allo straordinario trionfo nella discesa libera ai Giochi Olimpici di PyeongChang. Filippo Tortu è diventato il primo italiano a correre i 100 metri sotto i dieci secondi

Un antipasto di Juve-Inter, ma non solo. Il mondo dello sport, riunitosi in massa per la quarta edizione dei Gazzetta Awards, ha sfilato in una serata di gala agli Infront Studios di Milano. Per tracciare un bilancio di un 2018 magico per molti protagonisti delle più disparate discipline, dai motori al ciclismo e volley passando per nuoto, sci e atletica. Ma soprattutto per guardare oltre, al 2019 e agli anni che verranno, per nuovi obiettivi da centrare e traguardi da raggiungere.

Nella settimana che porta al derby d'Italia non sono mancati riconoscimenti per due icone di entrambe le squadre: il tecnico campione d'Italia Massimiliano Allegri, premiato come 'allenatore dell'anno', e il capitano dell'Inter Mauro Icardi, per la sua 'best performance' in occasione della stracittadina contro il Milan. Proprio il bomber argentino dal palco ha lanciato la sfida ai bianconeri a tre giorni dal big match dell'Allianz Stadium: "Non firmo per il pareggio - ha assicurato - Cercheremo di dare tutto quello che abbiamo per arrivare alla vittoria".

L'attesa tuttavia era soprattutto per il premio 'uomo e donna dell'anno'. In campo femminile c'è stata una conferma: Sofia Goggia si è imposta per la seconda volta consecutiva anche grazie allo straordinario trionfo nella discesa libera ai Giochi Olimpici di PyeongChang. La sciatrice bergamasca ora è ferma per un infortunio al malleolo ("il recupero procede bene"), ma assicura di "poter rimettere gli sci appena dopo Natale". Tra gli uomini invece ha trionfato Filippo Tortu, diventato il primo italiano a correre i 100 metri sotto i dieci secondi (9"99). "La mia vita non è cambiata - ha assicurato il velocista azzurro - L'atletica resta sempre il mio divertimento".

Menzione d'onore anche per un'altra 'millenial' protagonista quest'estate. Dalla corsia d'atletica a quella in vasca, Simona Quadarella ha ottenuto il premio come 'rivelazione dell'anno' dopo i tre ori conquistati agli Europei di Glasgow nei 400, negli 800 e nei 1500 stile libero. Il 'premio Leggenda' infine è andato a Vincenzo Nibali per il suo spettacolare trionfo alla Milano-Sanremo, mentre Bobo Vieri e Paolo Maldini hanno ricevuto un riconoscimento speciale alla carriera.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata