Garcia: Diamanti fuoriclasse, ma Bologna resta buona squadra. Totti? Suo francese può migliorare

Roma, 21 feb. (LaPresse) - "Sicuramente abbiamo visto nelle ultime partite come il Bologna abbia fatto veramente bene. Dobbiamo dare il 100% soprattutto sul piano psicologico, abbiamo molto rispetto di questa squadra". Così il tecnico della Roma Rudi Garcia in conferenza stampa invita la sua squadra a non sottovalutare l'impegno con i rossoblù, alla ricerca di punti salvezza. "Hanno perso un fuoriclasse, mi piace molto Diamanti - ha proseguito il tecnico francese - l'ho visto all'Olimpico entrare contro l'Argentina e ha cambiato la partita. Ora non c'è più ma abbiamo visto che anche senza di lui il Bologna resta una buona squadra". A chi gli chiede se Destro, a segno con una doppietta nell'ultima sfida con la Sampdoria, possa tornare in orbita nazionale, Garcia risponde che "lui ha qualità, è un goleador, ha il gol nel sangue ma ha bisogno di continuità, è quello che mi aspetto io ed è quello che si aspetta un ct - ha sottolineato - Non si può considerare un giocatore se fa bene solo per due mesi, lui ha qualità per aiutare l'Italia ma deve ancora lavorare tanto. Può essere importante sia per la Roma che per la Nazionale".

"Curve chiuse? Abbiamo bisogno dei nostri tifosi", ha aggiunto il tecnico a proposito della decisione del giudice sportivo di chiudere per due turni la curve del clu giallorosso in seguito ai cori di discriminazione territoriale nei confronti di Napoli. L'allenatore francese, che ieri ha compiuto 50 anni, è tornato poi sul video realizzato dai suoi giocatori che gli hanno fatto gli auguri. "Mi hanno fatto piacere gli auguri di tutto il club, è stata veramente una bella sorpresa - ha dichiarato - De Rossi? Le sue parole mi hanno colpito, anche io mi aspetto di passare tanti anni a Trigoria: voglio vincere qui".

"Il francese del capitano può migliorare, ma mi ha fatto piacere ascoltare i suoi auguri",ha scherzato Garcia rispondendo al messaggio di auguri in uno stentato francese da parte di Francesco Totti. A chi gli chiede se un giorno possa ricorrere alla difesa a tre, l'allenatore francese risponde che "in alcune occasioni si potrebbe optare per questa soluzione. Può essere un modulo interessante sia per difendere sia per attaccare. A livello difensivo bisognerebbe schierare effettivamente tre uomini, non con cinque come fanno tutti - ha precisato l'ex guida del Lille - L'emergenza difesa per Bologna? Trovare soluzioni per una partita non è un problema: se non gioca Torosidis, dovremmo adattare qualcun altro". Una gara importante, soprattutto perché le rivali in campionato hanno sprecato energie nelle coppe europee. "Tutti i match della stagione sono importanti, ma ora le altre squadre stanno giocando partite di Europa League. Dobbiamo sfruttare questo fattore subito, a partire da domani - ha sottolineato - Dopo le partite in Europa è normale che le squadre siano più stanche. Strootman? Sta dimostrando partita dopo partita che giocatore è. Un giocatore fortissimo, essenziale per noi. Non ha solo una grande classe in campo, ma ha un bel carattere anche per lo spogliatoio. Ha dato tanto, ma può migliorare ancora, soprattutto in fase offensiva. Ma non voglio parlare di un singolo in particolare, non è il mio modo di pensare", ha concluso Rudi Garcia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata