Garcia avverte la Roma: Con Parma sfida molto difficile. Obiettivo? Finire tra i primi cinque

Roma, 14 set. (LaPresse) - "Lunedì sera sarà una sfida molto difficile. È vero, abbiamo sei punti in classifica, ma la preparazione di questa partita sarà molto delicata. E in questo momento voglio pensare solo a quello". Il tecnico della Roma Rudi Garcia in conferenza stampa ha presentato il posticipo di lunedì sera con il Parma. Ho studiato i gialloblù e, come tutte le squadre, anche loro hanno punti forti e punti deboli - ha evidenziato l'allenatore francese - Amauri e Cassano sono ottimi giocatori, ma spero che la fiducia sia dalla nostra parte. Dobbiamo essere concentrati sugli aspetti più insidiosi degli uomini di Donadoni. E Cassano è uno di questi. Per fortuna giochiamo lunedì, così i giocatori impegnati in nazionale riusciranno a recuperare nel migliore dei modi. Il consiglio dei saggi? È una cosa interna di cui non posso parlare in conferenza". L'ex tecnico del Lille vede la sua squadra pronta per la partita. "Da quello che ho visto in questi giorni di lavoro con la mia squadra vedo i miei ragazzi concentrati, hanno fatto tutto molto bene. Io penso che il gioco espresso in partita sia frutto del lavoro in settimana - ha evidenziato - Ho detto ai miei giocatori di stare attenti, perché quando tutto va bene si è sempre in bilico. Ho calciatori di esperienza e spero che loro possano parlare ai compagni per dire che dobbiamo scendere in campo come in quelle già vinte. Solo in questo modo possiamo fare bene lunedì", ha concluso Garcia.

"Il ritorno in Champions? Mi piacciono le persone ambiziose: io sono il più ambizioso di tutti e questa è senz'altro una qualità. Non dimentico, però, che questa squadra non gioca la Champions da due anni. Un conto è l'ambizione, un altro è il vero obiettivo della stagione. E quest'anno è quello di finire tra e prime cinque in classifica: in quelle posizioni, poi, tutto può succedere". Così il tecnico della Roma Rudi Garcia in conferenza stampa ha parlato degli obiettivi della sua squadra per questa stagione. "L'ambizione della proprietà giallorossa è quella di far tornare questo club tra i più grandi di Europa, ma ci vuole ancora tempo - ha sottolineato - Nel calcio, però, non c'è mai tempo. Ora mi interessa solo che la squadra lavori bene e che i ragazzi acquistino sempre più fiducia nei propri mezzi. E, soprattutto, che si vincano le partite". In ottica mercato, l'allenatore francese ha ammesso che "sono soddisfatto della mia rosa, soprattutto dopo la fine del mercato. Ora siamo al completo e possiamo lavorare bene, in serenità. Spero solo che non ci siano molti infortunati durante la stagione - ha evideniziato l'ex tecnico del Lille - Penso a Bradley, che lunedì non sarà con noi a causa dell'infortunio rimediato in nazionale. Spero che possa tornare in gruppo molto presto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata