Garcia attacca: Più daranno fastidio a Roma più lotteremo

Roma, 19 dic. (LaPresse) - "Più ci daranno fastidio più lotteremo, più sarà difficile più attaccheremo". Lo ha detto il tecnico della Roma Rudi Garcia in conferenza stampa alla vigilia della sfida con il Milan, tornando sulla squalifica di due giornate ricevuta per i fatti avvenuti nell'ultimo turno di campionato con il Genoa. L'allenatore francese è stato fermato per condotta aggressiva e intimidatoria nei confronti di uno steward. Il ricorso presentato dalla Roma verrà esaminato nel pomeriggio. "C'era una persona che non conosco e sembra essere uno steward, prima gli ho dato una bastonata nel ginocchio poi ho preso una pistola e gli ho sparato una pallottola nel piede - ha proseguito Garcia ironizzando sulla vicenda - A parte questo non ho fatto niente. E' un capitolo chiuso per oggi", ha aggiunto. "Essere giudicato e condannato sportivamente di due giornate per una dichiarazione di un non tesserato senza aver ascoltato la persona messa in discussione è una cosa mai vista - ha proseguito Garcia - La sicurezza negli stadi? Sembra che siamo lontano da questa cosa, almeno due volte ci siamo sentiti in pericolo. Questo non può accadere in uno stadio, i primi che vanno protetti sono il direttore di gara, tutti i giocatori e le persone dello staff. Non sono responsabile di un'organizzazione, non è il mio compito, io devo solo adattarmi alle regole anche se a volte mi sembrano un po' strane".

"E' l'ultima dell'anno all'Olimpico, faremo di tutto per mettere i tre punti sotto l'albero di Natale", ha aggiunto poi Garcia presentando la sfida con i rossoneri. "Sono una buona squadra con buoni giocatori, lo sappiamo benissimo. Hanno cambiato tecnico e calciatori, rimane il fatto che è sempre il Milan, una grande squadra - ha proseguito l'allenatore francese - Chiunque sia davanti a noi domani non cambia, noi dobbiamo fare il nostro gioco, i giocatori sono motivati, a Genova abbiamo mostrato un gioco di qualità anche se dobbiamo migliorare sotto porta. Vogliamo chiudere l'annata con la bellezza di una vittoria".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata