Galliani: Boateng resta al Milan. Lodi? Il Catania ci ha detto di no

Milano, 10 gen. (LaPresse) - "Non ci sono novità di nessun genere. Con Boateng abbiamo parlato di altre cose e non è in vendita. Non c'è nessuna operazione e nessuno ce lo ha mai chiesto. Se ce lo chiedessero, diremmo di no". Così l'amministratore delegato del Milan Adriano Galliani all'uscita della sede di via Turati, chiarisce in merito alle prossime mosse di mercato. Ancora sul futuro del ghanese, il dirigente rossonero spiega: "Boateng ha 25 anni, fa parte del presente e del futuro del Milan ed ha ancora un contratto di due anni e mezzo con noi. Il Galatasaray? Erano qui per altre cose e non riguardava nessun giocatore del Milan. Il nuovo presidente è venuto in visita di cortesia. E' la verità".

L'ad del Milan parla anche dell'interessamento per il regista del Catania Lodi. "Lo avevamo chiesto a seguito dell'infortunio di de Jong. E' un playmaker che gioca davanti alla difesa ma il Catania - sottolinea Galliani - ci ha detto di no. Se ne riparlerà a giugno? Non lo so". Dopo aver smentito l'arrivo di Zaccardo dal Parma e nuovi rinforzi in difesa, Galliani parla del colpo Saponara: "Mi ricorda Kakà e domani farà le visite mediche. Arriva a luglio e non è un problema di oggi", dice il dirigente rossonero che affronta anche l'argomento cessioni. "Abate? Non lo vogliamo cedere. Lo Zenit ha fatto un'offerta e noi abbiamo detto di no. Antonini? Resta e non ci sono offerte per lui".

Galliani rassicura poi sui rapporti con Allegri: "E' il nostro allenatore e ci mancherebbe altro che non frequentasse la sede", spiega l'ad assicurando che con il tecnico parla "5-6 volte al giorno". Galiani ribadisce come il Milan intenda proseguire nella 'linea verde': "Stiamo seguendo tanti giocatori, in Italia e all'estero. Abbiamo rafforzato molto la rete degli osservatori. Ci possono essere delle eccezioni ma come concetto siamo in giro a cercare giovani. Niang è uno dei prototipi. Stiamo cercando giocatori che possano avere le qualità per diventare dei grandi calciatori". "Destro? E' un giocatore della Roma e non abbiamo fatto nessuna offerta né per lui né per Stekelenburg", chiarisce il dirigente rossonero. "Perin? E' un bel portiere ma noi ne abbiamo 4 di portieri. Siamo pieni", dice ancora Galliani che assicura come il Milan abbia fiducia in Acerbi: "Bisogna avere pazienza e far crescere i giovani".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata