Galliani: Balotelli? Penso ai gol fatti. Allegri? E' un tormentone

Milano, 6 mag. (LaPresse) - "Si è tolto la maglia e non va bene, però nel computo maglie tolte gol fatti questi ultimi sono in vantaggio. Penso più al gol che alla maglia". Questo il commento dell'amministratore delegato del Milan Adriano Galliani a margine dell'ingresso in Lega in merito all'ammonizione presa da Balotelli (la sesta da quando è al Milan) per essersi tolto la maglia dopo aver siglato la rete decisiva nella gara di ieri contro il Torino.

"Lui vuol bene a questi colori, è chiaro e evidente che quando uno è anche tifoso della squadra è più carino - ha aggiunto Galliani - Allegri? Adesso basta, sennò diventa un tormentone, è mesi che va avanti", ha concluso l'amministratore delegato.

"Quelli contro il Torino sono stati tre punti importanti e adesso abbiamo un match ball a Pescara in un match che sarà determinantissimo", ha detto ancora Galliani in Lega Calcio. Il vicepresidente rossonero non è d'accordo con chi pensa che il prossimo sarà un incontro facile. "Nel calcio tutte le partite sono difficili. Se vinceremo a Pescara avremo moltissime possibilità di arrivare terzi perché conservare 4 punti di vantaggio a due giornate dalla fine...", ha aggiunto.

Galliani ha poi parlato ancora di Balotelli per essersi tolto la maglia dopo il gol decisivo: "Togliersi la maglia non va bene e lo vedrà sulla sua ricca busta paga che non va bene. Di Mario comunque siamo molto contenti: è anche tifoso del Milan e questo aiuta, dà qualcosa in più. Mi ha raccontato che nel 1999 era in giro per Brescia con una bandiera del Milan a festeggiare lo scudetto di Zaccheroni". "Abbiati? Sul suo rinnovo manca solo la firma, m

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata