Galliani: Arbitraggio nel derby tecnicamente inadeguato

Milano, 8 ott. (LaPresse) - "Rabbia? No, è un peccato perché abbiamo giocato solo noi. Alle colpe nostre si sono aggiunti errori che tutti hanno visto. Inutile che dia il voto all'arbitro, l'hanno già dato i giornali". Così l'amministratore delegato del Milan Adriano Galliani, tramite i microfoni di Sky Sport, all'ingresso della sede della Lega Serie A a Milano, commenta l'arbitraggio di Valeri nel derby perso ieri contro l'Inter. Il dirigente rossonero dice di aver visto una direzione di gara "strana, stranissima. Non ci sentiamo maltrattati, facciamo solo presente - aggiunge - che l'arbitraggio è stato tecnicamente inadeguato".

"Allegri non è in discussione", garantisce Galliani. "Certo, potevamo fare di più, ma è andata così. Abbiamo giocato noi e abbiamo perso. Soluzioni? Non lo so, parlerò con l'allenatore, vedrà lui come uscire da questa situazione".

"L'organico non è quello degli anni passati, ma - sottolinea il dirigente rossonero - non è nemmeno quello che dice la classifica adesso. Il Milan ha un organico per stare tra le prime". Capitolo mercato: "Inutile pensarci adesso, è tra tre mesi. Ora pensiamo a giocare le tante partite che ci attendono da qui a gennaio. Parliamo di questi giocatori e di questo assetto tattico". Galliani ribadisce di non essere "arrabbiato" e che occorre fare considerazioni "lucidamente. E' un problema che va affrontato, sui gol presi da palla da fermo ci sono responsabilità sull'aspetto difensivo". Il dirigente rossonero ribadisce poi che Allegri "non è in discussione. Berlusconi? Lui è un grande tifoso del Milan ed ovviamente era dispiaciuto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata