Follia ultras in Argentina: picchiato da tifosi avversari, muore giocatore di 33 anni

Buenos Aires (Argentina), 4 dic. (LaPresse) - Un'altra tragedia scuote il calcio in Argentina. E' morto il giocatore picchiato da un gruppo di ultras della squadra avversaria nello scorso weekend. Lo rende noto la stampa argentina. Franco Nieto, 33 anni, capitano del Tiro Federal, formazione militante nel campionato regionale di Aimogasta, provincia di La Rioja, era stato aggredito dagli ultras del Chacarita al termine della partita sospesa ad un quarto d'ora dalla fine dall'arbitro per disordini e caratterizzata dall'espulsione di ben otto giocatori.

Nonostante la fine anticipata del match, gli scontri si sono trasferiti fuori dal campo di gioco e Nieto, aggredito con pugni e calci mentre lasciava lo stadio e colpito alla testa da un mattone, è crollato a terra. Il giocatore, trasportato nell'ospedale locale prima di essere trasferito in quello di La Rioja, dove è stato sottoposto ad intervento chirurgico d'urgenza, non ce l'ha fatta ed è spirato oggi. La polizia ha comunicato di aver individuato il presunto autore dell'aggresione, prontamente arrestato insieme ad un'altra persona.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata