Fiorentina torna a vincere: Kalinic-Ilicic stendono Chievo
I viola chiudono ottimamente il 2015

 Basta una prima metà di gara alla Fiorentina per avere la meglio sul Chievo, chiudere ottimamente il 2015 e continuare con insistenza la caccia all'Inter capolista. Primo tempo interamente di marca gigliata, con la squadra di Paulo Sousa che domina in lungo e in largo. Toscani che vanno prima vicini al gol con un gran tiro di Ilicic parato da Bizzarri e poi passano grazie a Kalinic, che servito ottimamente da Bernardeschi indovina la traiettoria vincente da posizione defilata facendo passare il pallone fra le gambe del portiere clivense. Sulla trequarti Bernardeschi ed Ilicic dettano legge e tengono costantemente sotto pressione la difesa veneta, finchè poco dopo la mezz'ora è lo sloveno a lasciar partire un tiro che viene sporcato da Gamberini e diventa imparabile per Bizzarri. Chievo stordito e che non riesce a reagire, pochi i palloni sia per Paloschi che per Meggiorini, con la difesa viola che controlla tranquillamente e con Tatarusanu che arriva all'intervallo senza aver quasi mai toccato palla.


Nel secondo tempo più vivace l'undici di Maran, soprattutto con un positivo Castro, unico a creare pericoli alla difesa avversaria che però regge bene. Al tredicesimo la Fiorentina è costretta a rinunciare a Ilicic che si infortuna ed al suo posto deve entrare Mati Fernandez e la manovra toscana ne risente, ma è Borja Valero a caricarsi la squadra sulle spalle dando ordine. I gialloblù continuano a provarci ma Tatarusanu continua ad essere inoperoso, anzi, è Bizzarri a compiere un eccezionale intervento negando la gioia del gol a Borja Valero. Il portiere dei veneti poi si ripete prima su Suarez e poi su Vecino, riscattando qualche lacuna del primo tempo. Dopo cinque minuti di recupero triplice fischio finale del signor Tagliavento e Paulo Sousa può festeggiare il secondo posto in classifica con il suo panettone che risulta dolcissimo. Da rivedere invece la squadra di Maran, che ha comunque dimostrato di avere le carte in regola per un campionato decisamente tranquillo.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata