Fiorentina, Montella: Con Inter gara difficile, ma lo sarà anche per loro

Firenze, 28 feb. (LaPresse) - "Contro l'Inter ci vanno bene due risultati su tre? Non è questo il ragionamento che dobbiamo fare. Giocare per il pareggio non sarebbe la strada migliore per noi". Così Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina, presenta la sfida di domani in casa dell'Inter. Una partita che arriva dopo la grande prestazione dei viola in Europa League contro il Tottenham: "Cosa ci portiamo dietro da quella serata? Sicuramente la compattezza, la capacità di soffrire soprattutto nel primo tempo, difficilmente troviamo una squadra superiore a noi. L'attesa, il saper aspettare. E' una situazione che se la acquisisci con naturalezza ti più portare punti in classifica".

Parole di elogio, poi, per Salah, rinforzo di gennaio e già grande protagonista di questa Fiorentina: "E' arrivato molto ben allenato, ha capacità fisiche importanti. Non ha un'esperienza di tante partite perché è giovane, imparerò a conoscerlo strada facendo. Come ruolo abbiamo qualche alternativa in più rispetto ad altri. Sicuramente a livello tattico ha ampi margini di miglioramento". Quanto all'avversario di domani, Montella spiega: "Stimo molto Mancini, abbiamo giocato anche insieme, io ero piccolo. Lo stimo per come sta in panchina, per il suo modo di analizzare le partite. Ha sempre migliorato le squadre dove è stato. L'Inter adesso, per come la vedo io, è una squadra che vuole arrivare al risultato attraverso gioco e convinzione, questo sta accadendo. E' una squadra in salute, ha trovato una sua identità tattica e con continuità di risultati".

Contro i nerazzurri, continua Montella, "sarà una gara difficile, ma credo anche per loro, detto senza presunzione. Una gara da giocare, affascinante, in uno stadio bello. Ci sono tutte le premesse per fare bene". Il sorteggio di Europa League ha abbinato negli ottavi i viola e la Roma: "Mi spiace che si giochi con un'italiana. Dipenderà molto da tanti fattori, ma noi ci teniamo a tutte le competizioni. Intimamente penso che sono un po' preoccupati anche loro, non credo possano essere felicissimi". Sulla possibilità di recupero di Borja Valero: "Ieri ha svolto lavoro differenziato, vediamo oggi. C'è il 50% di possibilità".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata