Fiorentina, accordo per Jovetic al Manchester City. Montella a Ljajic: Resta con noi

Moena (Trento), 18 lug. (LaPresse) - "Raggiunto l'accordo con il Manchester City Football Club per la cessione a titolo definitivo del calciatore Stevan Jovetic". Con un tweet sul profilo ufficiale della società, la Fiorentina ha annunciato la cessione di Stevan Jovetic al Manchester City. Si chiude così un tormentone che rischiava di andare avanti per tutta l'estate, con il giocatore montenegrino che da tempo aveva annunciato la sua decisione di cambiare aria. Jovetic lascia la Fiorentina per una cifra vicina ai 30 milioni di euro, la clausola rescissoria fissata dai Della Valle e che ha di fatto tagliato fuori tutte le pretendenti italiane. A Jovetic, infatti, si sono interessate in questi mesi la Juventus, la Roma e il Napoli.

"Ho passato anni bellissimi con la maglia viola. Sono arrivato che ero un ragazzino, me ne vado via uomo e calciatore. Grazie a tutti. Porterò per sempre Firenze nel mio cuore, ma soprattutto i tifosi della Fiorentina che mi hanno voluto un gran bene". Stevan Jovetic sceglie il sito Firenzeviola.it per salutare i tifosi della Fiorentina dopo l'annuncio dell'accordo trovato dalla società viola per la cessione al Manchester City. "Firenze mi resterà nel cuore - dice salutando - non ci sono rimasto un giorno in questa città e per questo mi mancherà. E' bellissima e mi sono trovato davvero bene con tutto, soprattutto con la gente".


PARLA MONTELLA. "Non sento nessun tipo di responsabilità in più rispetto alla scorsa stagione". Così intanto Vincenzo Montella nel corso di una conferenza stampa dal ritiro della Fiorentina di Moena, in Trentino. Il tecnico viola ha fatto il punto sulla prima parte del ritiro e sul mercato: "Ljajic? Deve ancora ultimare il suo percorso. Ha avuto continuità negli ultimi mesi dell'anno scorso. Avrebbe ancora bisogno di un altro anno in viola a mio avviso".

Quindi alla domanda se abbia a disposizione una rosa per affrontare la doppia competizione, replica: "Prima di fare tutti questi discorsi dobbiamo vincere lo spareggio di Europa League. Siamo una squadra con tanti giocatori bravi. Vogliamo far crescere anche i nostri giovani. Ne abbiamo tanti e bravi, anche se non sarà facile".

Montella comunque non teme il doppio impegno: "Il dispendio nervoso andrà considerato. Dovremo valutare anche questo aspetto con attenzione. Non dobbiamo rapportarci agli altri, come abbiamo fatto la passata stagione. Nulla sarà scontato. Dobbiamo ripartire con il profilo basso".

Quindi il tecnico viola fissa gli obiettivi: "Vogliamo entrare in Europa e la concorrenza sarà ardua visti i budget delle altre società". Per quanto riguarda la questione portiere. "Neto titolare? Ha grandissime potenzialità. Dobbiamo capire quanto lui sia convinto. Sarà decisivo l'aspetto psicologico". Infine Montella parla di Pizarro: "Da parte sua ho visto apertura totale a continuare con noi. Io credo a quello che mi ha detto David e non a quello che è stato detto da altri su lui".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata