Fifa, Blatter: Comitato Etico non aveva diritto di sospendermi

Zurigo (Svizzera), 26 nov. (LaPresse/Xinhua) - "Non posso confermare ciò che è stato fatto. È confidenziale, sarei una persona cattiva se lo dovessi dire". Lo ha dichiarato Blatter in una intervista all' emittente svizzera SRF rifiutandosi di rivelare se il Comitato Etico ha chiesto per lui una squalifica a vita.

Il presidente della Fifa ha criticato il Comitato etico e ha detto che non aveva alcun diritto di sospenderlo dalla guida dell'organo di governo del calcio mondiale per il presunto coinvolgimento in una inchiesta per corruzione. "Io non sono un funzionario, io sono il presidente eletto dal Congresso della Fifa", ha ribadito Blatter. "Se uno non è d'accordo con il modo in cui svolgo il mio lavoro, deve rivolgersi al Congresso che mi ha eletto", ha aggiunto. Blatter è stato sospeso con il presidente dell'Uefa Michel Platini per 90 giorni per un pagamento di circa 2 milioni di euro effettuato dall'Uefa a favore dell'ex calciatore francese nel 2011.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata