Ferrari difende ingegnere Massa: Nessun attacco a Hamilton

Maranello (Modena), 4 ott. (LaPresse) - Il "distruggi" pronunciato dall'ingegnere di Felipe Massa, Rob Smedley durante il Gran Premio di Singapore, non era assolutamente riferito a Lewis Hamilton e al contatto avvenuto tra il pilota inglese e quello brasiliano nel corso del dodicesimo giro. E' quanto precisa la Ferrari sul proprio sito, polemizzando con i media britanici che ieri avevano dato grande risalto alle parole di Smedley. "Se è vero che l'ingegnere di pista di Felipe Massa si è lasciato prendere dalla foga del momento e ha usato una parola ("destroy") non certamente felice ma comunque priva di qualsiasi intento malizioso - si legge sul sito della Ferrari - è altrettanto vero che quella frase è stata detta a Felipe quando si trovava all'uscita della curva 5 nel corso del giro 11 della gara, quello che si sarebbe concluso con il pit-stop simultaneo del ferrarista e di Hamilton: nulla quindi a che vedere con il contatto avvenuto fra lo stesso Felipe e Lewis nel corso del giro successivo".

amr

041218 Ott 2011

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata