Fenomeno Hirscher. Oro trionfale anche nel gigante olimpico
L'austriaco straccia tutti con due manche magistrali. Argento in rimonta a Kritoffersen, bronzo al francese Pinturault. Tredicesimo Moelgg, Tonetti, quarto dopo la prima manche, cade nel finale

O gli vietano di partecipare, o Marcel Hirscher le vince tutte. Nel gigante olimpico di PyeongChang trionfa l'austriaco con due manche bestiali e infligge un secondo e 27 al bravo norvegese Henrik Kristoffersen capace di una rimonta pazzesca dopo aver sbagliato completamente la prima manche in cui è finito decimo. Bronzo al francese Alexis Pinturault (a 1" e 31) capofila di una squadra transalpina che ne mette quattro nei primi dieci. Hirscher conquista così la sua prima vera medaglia olimpica di specialità dopo l'oro della combianta che nel Circo Bianco non è molto valutata.

Coraggiosi gli italiani che, almeno, ci provano. Manfred Moelgg finisce tredicesimo (a 3 secondi esatti dal mostruoso capofila) dopo una brutta prima manche. Subito dietro Florian Eisath. Molto meglio aveva fatto Riccardo Tonetti, 28enne di Bolzano che nella prima discesa ha messo un fantastico quarto tempo. Nella seconda, Riccardo ci ha provato, ma un errore sul muro finale l'ha posto in ritardo di linea: l'azzurro ha provato a recuperare ma è uscito. Fuori anche Luca De Aliprandini (27 anni di Cles) che è uscito nella prima manche. De Aliprandini è caduto nel finale quando era secondo alle spalle di Hirscher.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata