F1: Vettel lascia la Red Bull, il futuro è in Ferrari. Al suo posto Kvyat

Suzuka (Giappone), 4 ott. (LaPresse/AP) - Sebastian Vettel lascerà la Red Bull a fine stagione. E' stata la stessa scuderia austriaca ad annunciarlo. Il suo posto verrà preso dal russo Daniil Kvyat, quest'anno alla Toro Rosso. Vettel, campione del mondo in carica, è arrivato alla Red Bull nel 2009 e ha conquistato quattro titoli mondiali. Vogliamo ringraziare di cuore Sebastian per il ruolo incredibile che ha svolto alla Infiniti Red Bull Racing negli ultimi sei anni - ha dichiarato in una nota la scuderia - Auguriamo il meglio a Vettel nella prossima fase della sua carriera, ma guardiamo anche al futuro con entusiasmo".

Vettel sembra a questo punto destinato a passare in Ferrari al posto di Fernando Alonso, che potrebbe tornare alla McLaren motorizzata Honda dalla prossima stagione. Da Maranello non trapela nulla, ma il team principal della Red Bull Christian Horner parla già del tedesco come un pilota 'in rosso'. "Dal 1 gennaio sarà un avversario, sarà un pilota della Ferrari - ha ammesso - Di certo devono avergli fatto un'offerta molto interessante. Si è aperta una finestra con tutto quello che sta succedendo e lui ha deciso che era il momento giusto". Horner ha spiegato poi i motivi per cui la scuderia austriaca ha deciso di puntare su Kvyat e non a sua volta su Alonso. "Fernando è un pilota meraviglioso, ma la nostra filosofia e politica è di investire all'interno, sui giovani e nel dare ai giovani una possibilità - ha spiegato il team principal della Red Bull - Ci sono stati tanti punti interrogativi quando abbiamo preso Vettel e anche quando abbiamo preso Ricciardo, ma abbiamo dimostrato che ha funzionato". Dal prossimo anno quindi il compagno di squadra di Ricciardo sarà il russo Kvyat, il pilota più giovane a conquistare punti in una gara di Formula Uno in occasione del suo debutto in Australia. "Sono molto onorato, molto sorpreso - ha ammesso l'attuale pilota della Toro Rosso - Le persone attorno che mi conoscono sanno che mi piace lavorare sodo e fare del mio meglio".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata