F1, Vettel: In Malesia tutto può accadere, Ferrari dovrà attaccare

Sepang (Malesia), 26 mar. (LaPresse) - “Affronteremo il fine settimana come al solito, cercando di trovare un buon ritmo. In Malesia tutto può accadere, quindi il nostro obiettivo non deve essere solo quello di confermare la nostra posizione". Così Sebastian Vettel, proiettandosi al weekend di Sepang, sede del secondo appuntamento del Mondiale di Formula 1. "Dobbiamo attaccare e cercare di chiudere il gap da Mercedes e con le variabile che possono presentarsi qui, una vittoria è sempre possibile”, spiega il tedesco della Ferrari nell'incontro con la stampa alla vigilia delle prove libere.

A detta dell'ex campione del mondo, "la squadra è davvero in gamba e credo che rispetto allo scorso anno sia stato fatto un grande passo avanti. Ora tocca a noi confermarlo nelle prossime due gare e assicurarsi che stiamo facendo progressi. Con la vettura di quest'anno fin dal primo giorno sono soddisfatto del bilanciamento. Mi piace la macchina, si guida in maniera fluida”. Il terzo posto di Melbourne è stato un inizio incoraggiante: “Dobbiamo lavorare per confermarci nella posizione in cui eravamo in Australia, idealmente un po' più vicino a Mercedes e un po' più avanti della Williams".

"Sarà molto combattuta tra noi, Williams e anche Red Bull: credo - osserva Vettel - sia solo una questione di tempo ma torneranno forti”. Interrogato sullo stato generale della Formula 1, il ferrarista si professa ottimista: "In termini di emozioni manca qualcosa, come ad esempio far sentire ai tifosi il rumore delle macchine. Come pilota si ha sempre voglia di andare più forte e le cose che piacciono sono sempre le stesse: guidare una delle auto più veloci al mondo e - aggiunge - competere contro i migliori piloti”.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata