F1, test Bahrain: ancora guai per la Red Bull di Vettel. Guida Massa, Raikkonen 3° su Ferrari

Sakhir (Bahrain), 1 mar. (LaPresse) - Felipe Massa su Williams si conferma il più veloce anche al termine della sessione pomeridiana nella terza giornata di test di Formula 1 sul circuito di Sakhir, in Bahrain. Con 1'33"258 e 99 giri percorsi, il brasiliano ha preceduto la Mercedes di Nico Rosberg di +0.226 secondi. Bello il duello tra i due a colpi di giri veloci fino alla bandiera a scacchi finale.

Terzo tempo per la Ferrari di Kimi Raikkonen sulla Ferrari a 2"168, il finlandese ha effettuato una simulazione di Gran Premio con 87 giri percorsi. Giornata nera per la Red Bull di Sebastian Vettel, che dopo i due stop del mattino al pomeriggio è rimasta ferma ai box. Problema anche per la Lotus di Grosjean, costretto anche lui ben presto a rientrare ai box. La Rb10 del campione del Mondo Vettel si è fermata questa mattina dopo neanche un giro, richiamata ai box per un problema accusato nel giro di installazione. Inutili i tentativi dei meccanici di rimettere in pista la vettura, Vettel è stato costretto ad un nuovo stop prima ancora di lasciare i box.

Miglior tempo della mattinata sempre per la Williams di Felipe Massa con 1'37"224, alle sue spalle la Force India di Nico Hulkenberg a 7 decimi e la Mercedes di Nico Rosberg a 1"333. Sorprendente quarto posto per la Toro Rosso di Daniil Kvyat, davanti alla McLaren di Kevin Magnussen. Sesto tempo per Raikkonen sulla Ferrari con 1'41"542, il finlandese però ha effettuato appena 9 giri.

E' stata comunque una mattinata di lavoro intenso in garage per la Ferrari. I tecnici di Maranello hanno infatti completato l'installazione degli ultimi aggiornamenti della F14 T ma hanno anche dovuto fronteggiare un fastidioso problema relativo ad un connettore che ha obbligato i meccanici a smontare varie parti della vettura per rimetterla in piena efficienza. Nel pomeriggio Raikkonen ha infatti effettuato una simulazione di gara che è fondamentale poter affrontare senza doversi fermare in garage.

Sotto gli occhi del team principal Stefano Domenicali, giunto in Bahrain per gli ultimi due giorni di test prima del GP d'Australia, il finlandese ha percorso quasi 90 giri con soste minime solo in pit lane, in modo da mettere sotto pressione tutte le componenti della vettura. Per Raikkonen anche l'occasione per cominciare a sintonizzare il proprio stile di guida su quelle che saranno le nuove caratteristiche dei Gp, con ancora più attenzione da dedicare alla gestione della gara e delle strategie.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata