F1, prove di distensione in Mercedes. Hamilton: Rosberg? Fiducia è parola grossa ma voltiamo pagina

Monza, 4 set. (LaPresse/AP) - Lewis Hamilton prova ad archiviare il 'fattaccio' di Spa per concentarsi esclusivamente sul prossimo Gran Premio d'Italia. Anche se in casa Mercedes la tensione resta alta, dopo che Nico Rosberg ha tamponato il compagno di scuderia durante il secondo giro della gara belga, ponendo fine alle speranze di vittoria dell'inglese costretto ad una prestazione anonima dopo la foratura della sua monoposto. "Non è più nella mia mente", ha spiegato in conferenza stampa Hamilton. "Sono entusiasta di essere qui, questo è uno dei miei circuiti preferiti. Spero che potremo avere un buon fine settimana. Quello che è stato, è stato. Ci sono ancora un sacco di punti a disposizione ed è su questo che mi sto concentrando".

A detta di Hamilton, Rosberg aveva ammesso di averlo fatto apposta. "La fiducia è una parola grossa e non è un qualcosa che applicherei nelle gare in pista", ha detto Hamilton. "Nico ed io corriamo da molto tempo, abbiamo messo buone basi tanto tempo fa ed è su questo che lavoriamo". "Abbiamo preso la settimana per pensarci e e alla fine ha deciso che ero io che dovevo assumermi la responsabilità, ma nessuno mi ha detto di farlo. Ho sentito che era una cosa che dovevo fare, dopo aver sentito l'opinione della gente", le parole di Rosberg. "Non sono orgoglioso di come è andata perché, in generale, voglio davvero contribuire al mio sport perché voglio che sia il più divertente del mondo". Il tedesco è stato accolto da fischi sul palco della premiazione di Spa: "Non è stata una bella sensazione", ha confessato Rosberg. "Ma lo capisco, loro erano lì per vedere una gara emozionante, una battaglia tra me e Lewis".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata