F1, Mercedes accetta verdetto Fia e non ricorrerà in appello

Parigi (Francia), 21 giu. (LaPresse/AP) - La Mercedes non ricorrerà in appello e "accetta la decisione decisa dal tribunale proporzionata all'ammonizione e alla sospensione dal prossimo test dei giovani piloti". E' quanto scrive in una nota la scuderia tedesca, dopo il verdetto di oggi della Fia in merito al caso gomme scoppiato in seguito al test segreto effettuato con Pirelli a Barcellona sul circuito del Montmelò il 15, 16, 17 maggio scorso. Mercedes e Pirelli sono state ammonite dalla Fia, in più la scuderia di Ross Brawn non potrà scendere in pista in occasione dei collaudi di luglio riservati a giovani piloti. "Mercedes auspica di collaborare con la Fia e con i suoi competitori per stabilire una procedura più rigorosa in futuro per i collaudi, in particolare per sostenere lo sviluppo del fornitore di gomme - prosegue il comunicato del team tedesco - Ora vogliamo chiudere questa questione e concentrarci sugli imminenti Gran Premi del Regno Unito e di Germania, entrambe importanti gare di casa per la scuderia".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata