F1, Massa: Posso lottare per il titolo. Alonso: Stiamo lavorando bene

Madonna di Campiglio (Trento), 12 gen. (LaPresse) - Felipe Massa è consapevole del fatto che questo sarà l'anno in cui dovrà guadagnarsi la permanenza in Ferrari. Il brasiliano, dal 'Wroom Festival' di Madonna di Campiglio lancia quindi il suo grido di battaglia: "Non ci sono favoriti per il titolo - ha detto - potrei vincerlo anche io. Sono molto motivato. E' un anno molto importante per il mio futuro. La paete di stagione più importante è la prima - ha aggiunto - perchè è quello il periodo in cui i tema principali decidono le strategie per il futuro".

Massa ha parlato anche del compagno di squadra, Fernando Alonso: "Credo di poter lottare anche con lui - ha aggiunto - negli ultimi due anni avevamo una macchina poco competitiva. Se torneremo ad averne una competitiva in tutte le situazioni posso fare temi anche migliori rispetto a quelli di Fernando".

Infine una battuta sull'ingaggio da parte del team dell'ingegnere giapponese Hamashima, ex Bridgestone: "Sa tutto di gomme ed il suo ingaggio è una notizia positiva sia per me che per il team".

Quando Fernando Alonso è giunto in Ferrari due anni fa si aspettava di aumentare il numero di titoli mondiali vinti ma, invece, è arrivato il dominio di Sebastian Vettel.

Nonostante tutto Alonso resta paziente: "Ho 30 anni - ha detto al 'Wroom Festival di Madonna di Campiglio' - e ci sono piloti con 42 o 43 anni. Credo di migliorare ogni anno. Diventando più vecchi forse si perde in velocità ma si acquisisce esperienza e ciò compensa".

Per quello che riguarda la macchina per la stagione 2012 Alonso dichiara che: "l'ho vista nella galleria del vento, ed i programmi di sviluppo ma quelli sono solo numeri sul computer. Ne sapremo qualcosa in più sulle sue prestazioni dopo i primi 2 o 3 Gp. Se faremo un buon lavoro con la macchina saremo in grado di vincere.

"Se sono ottimista o pessimista? Non ho la sfera di cristallo ma oggi è il 12 gennaio e non si può essere ottimisti o pessimisti. Stiamo lavorando tutti i giorni".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata