F1, Hamilton sul trono d'Inghilterra: Mondiale riaperto. Alonso è sesto

Silverstone (Regno Unito), 6 lug. (LaPresse) - Lewis Hamilton sale sul trono d'Inghilterra e lancia la sfida al compagno di team Nico Rosberg. A trionfare sul circuito di Silverstone, sfondo della nona tappa del Mondiale di Formula 1, è l'inglese della Mercedes, che approfitta del ritiro del tedesco, il primo stagionale, per avvicinarlo in una classifica che continua ad esprimere la dittatura delle Frecce d'Argento.

Per Hamilton, quinto successo dell'anno e solo più quattro lunghezze di distacco da Rosberg, messo ko da un ritiro al cambio. Silverstone incorona anche l'ottimo Valtteri Bottas, secondo e al miglior risultato in carriera. Alle spalle del finlandese della Williams, la Red Bull di Daniel Ricciardo. Gara a due facce per la Ferrari. Se Fernando Alonso salva il salvabile chiudendo al sesto posto, dopo una gran rimonta che lo ha visto risalire dalla 16/a posizione della griglia di partenza e contendere il quinto posto a Vettel nonostante una penalità, la domenica di Kimi Raikkonen si conclude al primo giro.

Poco dopo l'inizio il finlandese, scattato dal fondo della griglia, perde il controllo della sua Ferrari e si scontra sulle barriere. Coinvolte nell'incidente anche la Williams di Felipe Massa, che celebra nel modo peggiore la 200/a gara in carriera, e la Marussia di Chilton. Il pilota della Rossa, ovviamente costretto al ritiro, viene accompagnato al centro medico per controlli alla caviglia dolorante e la gara viene interrotta per consentire la riparazione del guardrail e la rimozione dei detriti in pista. Si riparte, un'ora dopo, con la safety car davanti alle monoposto, a guidare il 'treno' sono Rosberg, Button, Magnussen, Hamilton e Vettel.

In breve il tedesco della Mercedes riesce già a mettere in saccoccia un buon vantaggio, ma sulle sue tracce c'è il compagno di team che sorpassa Magnussen. Non è da meno la grinta di Alonso, che nelle retrovie scala posizioni ed è settimo, alle spalle di Bottas. Al 15° giro lo spagnolo scavalca Magnussen mentre in testa prosegue il duello tra le due Frecce d'Argento. Il ferrarista non si fa intimorire nemmeno dalla penalizzazione di cinque secondi inflitti dai commissari di gara per essersi piazzato oltre la sua posizione in griglia.

Al 30° giro, episodio chiave: Rosberg alza bandiera bianca per un problema al cambio e tra le 'ola' del pubblico di casa Hamilton vola al comando. Se l'inglese può gestire un cospicuo tesoretto (almeno 40") sugli inseguitori, Vettel deve respingere l'assalto della Williams di Bottas. Il finlandese riesce nel sorpasso ed è secondo. Il successivo pit stop riconsegna Vettel in quinta posizione: davanti a lui il leader Hamilton che fa praticamente gara a sé, Bottas, Ricciardo e Button.

A questo punto i riflettori si spostano sul duello tra il campione del mondo in carica ed Alonso per la quinta posizione. Il primo round se lo aggiudica il ferrarista, al 35° giro. Al 48° giro, Vettel restituisce il favore. Le loro posizioni non cambieranno più. Nel frattempo, Hamilton si può involare verso il trionfo che gli permette di insidiare il trono di Rosberg. Tra due settimane, il duello prosegue in Germania.


L'ordine di arrivo del Gran Premio di Gran Bretagna, nono appuntamento del Mondiale di Formula 1. 1. Lewis Hamilton, Gbr, Mercedes, 52 giri; 2. Valtteri Bottas, Fin, Williams; 3. Daniel Ricciardo, Aus, Red Bull; 4. Jenson Button, Gbr, McLaren; 5. Sebastian Vettel, Ger, Red Bull; 6. Fernando Alonso, Spa, Ferrari; 7. Kevin Magnussen, Dan, McLaren; 8. Nico Hulkenberg, Ger, Force India; 9. Daniil Kvyat, Rus, Toro Rosso; 10. Jean-Eric Vergne, Fra, Toro Rosso, a 1 giro; 11. Sergio Perez, Mex, Force India, a 1 giro; 12. Romain Grosjean, Fra, Lotus, a 1 giro; 13. Adrian Sutil, Ger, Sauber, a 1 giro; 14. Jules Bianchi, Fra, Marussia, a 1 giro.

Classifiche. Piloti. 1. Nico Rosberg, 165 punti; 2. Lewis Hamilton, 161; 3. Daniel Ricciardo, 98; 4. Fernando Alonso, 87; 5. Valtteri Bottas, 73; 6. Sebastian Vettel, 70; 7. Nico Hulkenberg, 63; 8. Jenson Button, 55; 9. Kevin Magnussen, 35; 10. Felipe Massa, 30; 11. Sergio Perez, 28; 12. Kimi Raikkonen, 19; 13. Jean-Eric Vergne, 9; 14. Romain Grosjean, 8; 15. Daniil Kvyat, 6; 16. Jules Bianchi, 2. Costruttori: 1. Mercedes, 326 punti; 2. Red Bull, 168; 3. Ferrari, 106; 4. Williams, 103; 5. Force India, 91; 6. McLaren, 90; 7. Toro Rosso, 15; 8. Lotus, 8; 9. Marussia, 2.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata