F1, gioia Ferrari: Alonso conquista Cina ed è imperatore di Shanghai

Shanghai (Cina), 14 apr. (LaPresse) - Alonso imperatore di Shanghai e la Ferrari conquista la Cina. Per la Rossa, il terzo appuntamento del Mondiale di Formula 1 si conclude in maniera trionfale. Lo spagnolo, a digiuno da 12 Gran Premi, centra il primo successo dell'anno al termine di una gara dove tutto nel team del Cavallino è funzionato al meglio.

GRANDE PARTENZA. Che la Ferrari versione 2013 sia competitiva lo dimostra l'ottima partenza: le Rosse dello spagnolo e di Massa, scattate rispettivamente dalla terza e dalla quinta posizione, tallonano subito il leader Hamilton. Nel corso del quinto giro l'inglese deve inchinarsi al doppio sorpasso del duo. Dopo il primo giro di pit stop, dalle retrovie rispunta Vettel, scattato al 9° posto dalla griglia e capace di salire al 2°, alle spalle di Hulkenberg. Il successivo cambio di pneumatici del duo di testa riporta Alonso ed Hamilton avanti a tutti, Massa invece soffre e perde terreno.

MALEDIZIONE WEBBER
. Nel frattempo, la Red Bull di Mark Webber deve alzare bandiera bianca: rientrato per riparare l'alettone danneggiato dopo uno scontro con Vergne, l'australiano rientra in pista e perde nel 16° giro la ruota montata in fretta dai meccanici, con conseguenti rischi per tutti i piloti. Per Webber, dopo il sorpasso delle polemiche effettuato ai suoi danni da Vettel in Malesia, è un altro boccone amaro da ingioiare. Anche Raikkonen subisce un danno, all'alettone, dopo un contatto con Perez ma resta in pista.

STRATEGIA RED BULL.
Poco prima di metà gara Vettel è in testa per la differente strategia adottata dalla Red Bull, che mira ad una sosta in meno per il tedesco. Il campione del mondo deve però guardarsi dall'attacco di Alonso, che ha già effettuato il secondo giro ai box. Come prevedibile lo spagnolo si riprende la testa della corsa nel corso del 29° giro. Decisivo è poi il terzo pit stop, con Hamilton che rientra alle spalle di Raikkonen, primo dei big a cambiare le gomme. Alonso attende il 41° giro per la sosta dai meccanici e non ci mette molto a superare Vettel, andando incontro ad un finale trionfale. Nel frattempo Raikkonen e Hamilton superano Button.

TRIONFO ALONSO. Ultimi brividi con Vettel, rientrato ai box al 51° giro, che va a caccia del terzo posto, ma l'inglese della Mercedes riesce a difendere il podio. Il quarto posto basta al tedesco per mantenere la vetta della classifica piloti, anche se con una Ferrari così il destino del Mondiale è più che mai aperto. Prossimo appuntamento il Gran Premio del Bahrain, tra sette giorni.

ORDINE DI ARRIVO. 1. Alonso, Ferrari, 1h36:26.945;2. Raikkonen, Lotus, + 10.100; 3. Hamilton, Mercedes, + 12.300; 4. Vettel, Red Bull, + 12.500; 5. Button, McLaren, + 35.200; 6. Massa, Ferrari, + 40.800; 7. Ricciardo, Toro Rosso, + 42.600; 8. Di Resta, Force India, + 51.000; 9. Grosjean, Lotus, + 53.400; 10. Hulkenberg, Sauber, + 56.500; 11. Perez, McLaren, + 1m03.800; 12. Vergne, Toro Rosso, + 1m12.600; 13. Maldonado, Williams, + 1m33.800; 14. Bottas, Williams, + 1m35.400; 15. Bianchi, Marussia, + 1 giro; 16. Pic, Caterham, + 1 giro; 17. Chilton, Marussia, + 1 giro; 18. Van der Garde, Caterham, + 1 giro. Ritiri: Rosberg, Mercedes, 22° giro; Webber, Red Bull, 16° giro, Sutil, Force India, 6° giro, Gutierrez, Sauber, 5° giro.

CLASSIFICHE MONDIALE. Piloti. 1. Vettel, 52 punti; 2. Raikkonen, 49 punti; 3. Alonso, 43 punti; 4. Hamilton, 40 punti; 5. Massa, 30 punti; 6. Webber, 26 punti; 7. Button, 12 punti; 8. Rosberg, 12 punti; 9. Grosjean, 11 punti; 10. Di Resta, 8 punti; 11. Ricciardo, 6 punti; 12. Sutil, 6 punti; 13. Hulkenberg, 5 punti; 14. Perez, 2 punti; 15. Vergne 1 punto. Costruttori: 1. Red Bull, 78 punti; 2. Ferrari, 73 punti; 3. Lotus, 60 punti; 4. Mercedes, 52 punti; 5. Force India, 14 punti; 6. McLaren, 14 punti; 7. Toro Rosso, 7 punti; 8. Sauber, 5 punti.


ALONSO: CORSA FANTASTICA. "E' stata una corsa fantastica, dal principio sino alla fine. Non abbiamo avuto problemi particolari, il degrado delle gomme è andato meglio di come ci aspettavamo, siamo riusciti a gestirle bene. Dopo il ritiro anticipato in Malesia c'era pressione per riuscire a finire la gara. Ma decisamente l'inizio di questo 2013 è stato positivo e siamo molto ottimisti". E' il commento di Fernando Alonso dal podio del Gran Premio della Cina. Lo spagnolo si proietta alla prossima gara in Bahrain: "Mi aspetto una gara difficile - spiega - le condizioni probabilmente saranno diverse ma saremo competitivi. La macchina ha dimostrato di poter sempre arrivare alla fine della gara, speriamo di ripeterci".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata