F1, Alonso: Rinvio necessario. Massa: Fortunato, mai sbattuto così

Melbourne (Australia), 16 mar. (LaPresse) - "Sorpreso dal rinvio delle qualifiche? "No, guardavo il meteo ed era abbastanza chiaro che la situazione andava in peggioramento. Adesso bisogna restare concentrati perché saranno qualifiche in condizioni diverse". Così Stefano Domenicali ai microfoni di Sky Sport subito dopo il rinvio delle ultime due manche di qualifiche del Gran Premio di Australia a causa della pioggia. "L'avevamo previsto, in condizioni così diventa tutto un terno al lotto. Adesso resettiamo questa serata - prosegue il team principal della Ferrari - e prepariamoci per domani, sarà una domenica abbastanza lunga". Sarebbe stato ancora meglio se avessero chiuso le Qualifiche, così Fernando era in seconda posizione. "Ma non è andato così! Vediamo domani", conclude Domenicali.

"E' un peccato che la qualifica sia stata rimandata a domani". Così Fernando Alonso commenta il rinvio a domani delle qualifiche del Gran Premio di Australia di Formula 1. "E questo vale sia per le squadre concentrate nella preparazione della sessione - prosegue lo spagnolo - che per il pubblico che è venuto a sostenerci e i commissari di gara che hanno lavorato tanto, cercando di asciugare la pista. E' stata una scelta necessaria viste le condizioni del tracciato, sulle righe bianche si scivolava davvero troppo. Adesso dobbiamo aspettare domani e vedere se il tempo migliorerà".

"Una qualifica molto strana, non ho mai sbattuto così forte e comunque ho potuto proseguire. Vediamo cosa succede, ma sono contento di essere ancora qui. Sono stato decisamente fortunato per il modo con cui l'auto ha sbattuto". Così Felipe Massa ai microfoni di Sky Sport dopo il rinvio delle qualifiche del Gran Premio d'Australia. Massa è stato protagonista di un testacoda con uscita di pista sull'asfalto bagnato dell'Albert Park.

"Le linee che delimitano la pista erano molto scivolose", ha detto ancora Massa al sito della Ferrari. "Finendoci sopra in uscita di curva ho perso il controllo della macchina, ma confesso di essere stato fortunato. In tutta la mia carriera non mi è mai capitato di rientrare in pista dopo un impatto così violento e sono davvero felice di essere ancora in lizza per la qualifica. Altri piloti hanno corso lo stesso rischio e per questo approvo pienamente la decisione presa dai commissari. In condizioni di asciutto siamo con i migliori, adesso dobbiamo solo capire come intervenire sulle parti danneggiate", ha aggiunto il brasiliano.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata