F1, Todt: "Ripartire a luglio, tagliare i costi"

La Formula 1 rischia seriamente di vedere cancellato il Mondiale 2020. Colpa del coronavirus, che ha via via rinviato tutte le gare del calendario fino alla fine di giugno, quando è in programma (per ora) il Gran Premio di Francia. "Così come è scoppiata la pandemia, finirà", ha dichiarato il presidente della FIA Jean Todt, che prova a guardare avanti. "Credo da giugno in poi, e allora a luglio, forse si potrà correre. Questa situazione costituisce pure una opportunità per ridimensionare i costi dei vari campionati. Dobbiamo rivedere le cifre al ribasso", ha aggiunto Todt.