Eurovision Song Contest: Norvegia favorita dai bookmaker per la seconda semifinale
ROMA - Seconda semifinale dell'Eurovision Song Contest in programma a Malmo domani sera, con 17 Paesi che si sfideranno a suon di hit per cercare di incantare la giuria. Scommesse aperte dai bookmaker su chi tra cantanti in gara riuscirà a passare il turno aggiungendosi ai 16 finalisti. Secondo i bookmaker inglesi in pole position nei pronostici si piazza larappresentante della Norvegia, Margaret Berger, quotata a 3.00 con la sua "I feed you my love". Segue a stretto giro il romantico duo georgiano Nodi & Sophie, che si giocheranno "Waterfall", una ballata classica bancata a 3.50. In terza posizione l'Azerbaijan, con il lento "Hold me", interpretato da Farid Mammadov, offerto a 6.50. Segue a quota 8.00 la Grecia, con l'interessante featuring tra il gruppo ska Koza Monstra e il cantante folk Agathonas: la loro "Alchohol is free" è un coraggioso incontro tra rebetiko e ska che potrebbe rivelarsi la vera sorpresa della rassegna. A 12.00 Valentina Monetta da San Marino, che canterà "Crisalide", ballata dalle venature dance. Seguono a 17.00 i rockers armeni Dorians, che proporranno "Lonely plane", scritta per loro da Tony Iommi, leader e fondatore dei Black Sabbath. Si giocano a 21.00 sia "Tomorrow", canzone pop del maltese Gianluca Bezzina, sia "It's my life", del controtenore rumeno Cezar; stessa quota anche per la difficile e intimista "Rak bishvilo" della giovane israeliana Moran Mazor. Meno fiducia a "Marry me", presentata dalla pop star finlandese Krista Siegfrids, quotata a 34.00. Identiche possibilità per l'Ungheria, in gara con "Kedvesém" una canzone sognante e poetica sull'amore dell'artista Bye Alex. Ancora meno chacne per l'islandese Eythor Ingi e la sua dolce ballata "Eg a lif", così come per "You and me", pezzo che verrà portato sul palco dagli Takasa, gruppo svizzero pop rock di ispirazione evangelica: entrambi i paesi sono dati a 51.00. Chiudono il tabellone scommesse Albania, Bulgaria, Lettonia e Macedonia: una eventuale vittoria a Malmö verrebbe infatti pagata ben 81 volte la posta in gioco. RED/Agipro

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata