Europei U21, azzurrini calano poker a Israele e sono già in semifinale

Tel Aviv (Israele), 8 giu. (LaPresse) - Vittoria schiacciante degli azzurrini ed obiettivo semifinale raggiunto. Dopo aver battuto l'Inghilterra all'esordio, la squadra di Mangia cala il poker ai padroni di casa di Israele in una gara praticamente dominata. Un successo che permette all'Italia di entrare tra le prime quattro degli Europei Under 21 con una giornata di anticipo. A Tel Aviv sono tante le soddisfazioni per il ct, a partire dalla brillante prestazione di Gabbiadini, autore di una doppietta e di tutto il reparto offensivo, mai così prolifico in una singola gara. La brutta notizia, invece, riguarda l'infortunio di Insigne, uscito in barella nel primo tempo, la cui entità è da valutare. Gli azzurrini balzano in vetta al girone con 6 punti e nell'ultima gara, contro la Norvegia, si giocheranno il primato.

Verratti e compagni chiudono la pratica già nel primo tempo. La squadra di Mangia dimostra subito di voler fare sul serio e all'11' Kleiman è già chiamato al lavoro sul destro di Insigne. Sette minuti dopo, i tempi sono già maturi per il vantaggio dell'Italia: grande invenzione di Insigne, Immobile serve di prima Saponara che trafigge al volo Kleiman: 0-1. Israele cerca subito la reazione rendendosi minacciosa con Kalebat e Turgeman (20'). Ma gli azzurri hanno un altro passo e poco dopo la mezz'ora spaventano ancora i padroni di casa con Gabbiadini: l'esterno del Bologna a tu per tu con il portiere avversario non riesce però a superarlo e poco dopo anche Florenzi spreca sparando alto. Altra svolta della gara al 37': Eyal Golasa interviene e gambe unite su Saponara e si vede sventolare il rosso. Decisione inattaccabile. Israele in dieci, strada completamente in discesa per l'Italia. Anche se sulla squadra di Mangia piove la tegola dell'infortunio ad Insigne: l'attaccante, toccato duro da Golasa, esce in barella in lacrime e viene rilevato da Fausto Rossi. Il raddoppio, comunque, non si fa attendere: è Gabbiadini a firmare lo 0-2 al 43' con un potente mancino dal limite, ma grande merito va a Immobile protagonista di una bella azione sulla sinistra.

Nella ripresa, è ancora dominio azzurro e Gabbiadini, dopo otto minuti, spegne definitivamente ogni illusione di Israele con una punizione dai 18 metri che non lascia scampo a Kleiman: doppietta per il bolognese e tris azzurrino . I padroni di casa alzano definitivamente bandiera bianca. Ancora il portiere israeliano deve intervenire sul bel destro di Saponara (15') ma l'Italia dilaga: stavolta ad andare in rete è Florenzi che supera Vahaba con un grande spunto personale e batte Kleyman al 26'. Nel frattempo, Mangia si è concesso il lusso di richiamare Gabbiadini e Verratti facendo entrare Destro e Sansone. Agli azzurrini è sufficiente mantenere il possesso palla e far scorrere i minuti nell'ultima parte di gara, ma ormai l'obiettivo è raggiunto.

MANGIA - "Abbiamo centrato l'obiettivo che ci eravamo prefissati, che era importante. Siamo saliti su un altro scalino, ora vediamo cosa faremo". Devis Mangia si gode il successo della sua Nazionale Under 21 contro Israele e la qualificazione alla semifinale dell'Europeo. "Chi è superficiale può pensare fosse una gara facile", spiega il ct. "Ma mi sembra - sottolinea - che contro Israele non abbiamo mai vinto in questo modo. Abbiamo fatto una grandissima partita, ed è la prima volta che ci qualifichiamo dopo soli due incontri". "Dove possiamo arrivare? Per ora - prosegue Mangia - è importante essere qualificati. Ora ci riposiamo, pensiamo alla terza partita e solo dopo alla semifinale". L'ultimo match contro la Norvegia, rassicura Mangia, "andrà affrontato nel modo migliore, dovremo fare la nostra partita. Ragioneremo in funzione dei recuperi e metterò in campo la formazione migliore. Chi preferisco tra Spagna ed Olanda? Non è che possiamo fare tanti conti, non è che si possa scegliere", spiega il ct che aggiunge: "La squadra ha giocato con personalità, qualità e ha gestito la partita in maniera intelligente". A proposito delle condizioni di Insigne, Mangia dice di non avere altre notizie sull'infortunio: "Lorenzo ha detto che dovevamo rientrare in campo con lo stesso atteggiamento. Oltre ad essere un grande giocatore, è un grande ragazzo".

INSIGNE, NIENTE FRATTURE - Gli esami cui si è sottoposto Lorenzo Insigne hanno rivelato un trauma contusivo al perone sinistro. L'attaccante salterà probabilmente la prossima gara, che vedrà gli azzurrini di Mangia, già qualificati alle semifinali, affrontare la Norvegia. Insigne sarà disponibile a partire dalle semifinali.

ISRAELE-ITALIA 0-4

MARCATORI: 18' Saponara, 42' Gabbiadini, 8' st Gabbiadini, 26' st Florenzi.

ITALIA: Bardi; Donati, Caldirola, Bianchetti, Biraghi; Saponara, Florenzi, Verratti (25' st Sansone), Insigne (40' Rossi); Gabbiadini (12' st Destro), Immobile. A disposizione: Colombi, Leali, Capuano, Regini, Bertolacci, Crimi, Destro, Paloschi, Borini. All. Mangia.

ISRAELE: Kleyman; Dasa (1' st Verta), Ven Haba, Ben Harush, Twatha; Zagury, Biton, Krieff, Golasa; Kalibat (37' st Azam); Turgeman (21' st Barouch). A disposizione: Levi, Yanko, Davidzada, I.Levi, Gotlib, Sallalich, Altman, Dabbur. All. Luzon.

ARBITRO: Ovidiu Hategan (Rom).

NOTE. Ammoniti: Verratti. Espulsi: 37' Golasa.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata