Europei di atletica, delusione Italia: azzurre solo quinte nella 4x400
Tamberi e Crippa quarti nell'alto e nei 5mila. Quinta Osakue nel lancio del disco: "E' un sogno"

Italia lontana dal podio nelle due finali della staffetta 4x400 agli Europei di Berlino. Delusione per il quartetto femminile, entrata in finale con il miglior tempo e che invece si deve accontentare solo del quinto posto. Maria Benedicta Chigbolu, Ayomide Folorunso, Raphaela Lukudo, Libania Grenot hanno chiuso con il tempo di 3.28.62. Oro alla Polonia in 3.26.59, argento alla Francia e bronzo alla Gran Bretagna. Nella gara maschile, solo sesto posto per l'Italia (Scotti, Tricca, Re, Galvan) in 3:02.34. Medaglia d'oro al Belgio in 2.59.47, davanti a Gran Bretagna e Spagna.

Nella penultima sessione serale dei Campionati Europei a Berlino, quarto posto di Gianmarco Tamberi nella finale dell'alto con il primato stagionale a 2.28. L'azzurro ha fallito l'assalto ai 2.33. Buon quarto posto anche per Yeman Crippa nei 5000 metri con 13:19.85, vinti ancora dal 17enne fenomeno norvegese Jakob Ingebrigtsen in 13:17.06.

Lancio del disco - Ottimo quinto posto per Daisy Osakue nella finale del lancio del disco femminile con la misura di 59.32. Oro alla croata Sandra Perkovic con 67.62, argento e bronzo alle tedesche Nadile Nuller e Shanice Craft. Per l'azzurra un risultato di prestigio alla prima competizione importante a livello internazionale. La 22enne Daisy Osakue ha rischiato di non prendere parte agli Europei a causa dell'aggressione subita qualche settimana fa a Moncalieri, quando un gruppo di balordi l'aveva colpita ad un occhio con delle uova. Ferita e costretta a delle cure a base di cortisone, l'azzurra solo all'ultimo ha avuto l'ok dei medici per volare in Germania. "La finale era già un sogno. Speravo di fare il personale, ma il quinto posto in Europa mi rende molto positiva", ha commentato Daisy ai microfoni della Rai.

20km di marcia - Antonella Palmisano ha vinto la medaglia di bronzo nella femminile. Medaglia d'oro per la spagnola Maria Perez in 1.26.36 (record dei campionati), argento per la ceca Ane ka Drahotovß. Terza l'azzurra che ha chiuso con il tempo di 1.27.30, record stagionale. Nona l'altra italiana Valentina Trapletti in 1.29.57. Fermata invece per tre proposte di squalifica Eleonora Giorgi, quando era già staccata dalle migliori, frenata dai problemi fisici della scorsa settimana.

Per la spedizione azzurra è il terzo bronzo dopo quelli di Yeman Crippa nei 10.000 e di Yohanes Chiappinelli nei 3000 siepi.

Massimo Stano, invece, sfiora il podio nella 20km di marcia maschile. L'azzurro chiude quarto con il tempo di 1.20.51 (primato personale). Oro allo spagnolo Alvaro Martin in 1.20.42, argento al connazionale Diego Carrera Garcia, bronzo al russo Vasiliy Mizinov. Sedicesimo l'altro italiano in gara, Francesco Fortunato in 1.23.04.

MEDAGLIERE GENERALE - Ecco il medagliere complessivo degli European Championships 2018. Si tratta di una sorta di mini Olimpiade europea che vede gareggiare gli atleti del Vecchio Continente in diversi sport tra Gran Bretagna e Germania: atletica leggera (Berlino), nuoto (vasca, acque libere e sincro) a Glasgow, tuffi (Edimburgo), ciclismo, triathlon ginnastica e canottaggio sempre a Glasgow. Questo è il medagliere complessivo che non ha valore ufficiale ma, certamente, ha un'importanza statistica non secondaria.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata