Europa League, Tevez rompe digiuno ma non basta a Juve: primo round al Benfica

Lisbona (Portogallo), 24 apr. (LaPresse) - La Juventus si deve arrendere al Benfica nel primo, combattutissimo round di semifinale di Europa League andato in scena al 'Da Luz' di Lisbona. I bianconeri escono sconfitti per 2-1 e sono chiamati a ribaltare la situazione tra sette giorni, nel ritorno in programma a Torino, dove sarà obbligatoria la vittoria. A Buffon e compagni, colpiti a freddo dalla rete di Garay, non basta un ottimo secondo tempo e il ritorno al gol, peraltro splendido, in Europa di Tevez. Nel finale, infatti, è ancora il Benfica a portarsi avanti grazie ad un lampo di Lima. Per i bianconeri, prima sconfitta in questa edizione di Europa League: ma tutto è ancora aperto. Alla squadra di Conte però servirà una marcia in più visto che il primo tempo non è stato all'altezza della migliore Juve.

Caceres al posto di Barzagli è la novità dell'ultima ora nell'undici titolare bianconero, che deve rinunciare all'acciaccato Vidal. In avanti, la coppia è formata da Tevez e Vucinic, preferito a Llorente e Giovinco. Qualche novità nello schieramento portoghese, privo di Gaitan: in porta Artur è preferito a Oblak e a centrocampo c'è Andre Gomes. Il tridente offensivo di Jorge Jesus è formato da Sulejmani, Cardozo e Rodrigo. Lima si accomoda in panchina. Pronti via e il Benfica gela subito i bianconeri: su angolo dalla sinistra, Garay sovrasta di testa Bonucci e batte Buffon per l'1-0 dopo appena due minuti. Lo svantaggio stordisce la Juventus, che rischia ancora su una ripartenza dei padroni di casa che culmina in una conclusione dalla sinistra di Sulejmani, tra i migliori dei primi 45', con palla sul fondo. Gradualmente la squadra di Conte si riprende dallo choc e prende coraggio. I bianconeri guadagnano terreno e si impossessano del gioco, ma la manovra è troppo lenta per far del male ai lusitani. Pirlo è guardato a vista, in attacco Tevez è lasciato troppo solo e Vucinic non sembra in serata. Il risultato è che Artur non corre alcun pericolo in un primo tempo vissuto praticamente da spettatore in campo.

Per vedere il primo intervento del portiere di casa bisogna aspettare la ripresa, con la prima vera occasione costruita dalla Juventus: Marchisio serve dal fondo Pogba, il colpo del testa del francese è sventato in tuffo da Artur. Conte prova a scuotere l'attacco puntando sulla velocità di Giovinco: fuori Vucinic. A centrocampo gli spazi sono intasati, ma i bianconeri insistono: Pogba serve Lichtsteiner in area per il cross verso Marchisio, Maxi Pereira è provvidenziale in scivolata. E' il preludio al pareggio della Juventus e, finalmente, la rete è quella tanto attesa di Tevez. L'Apache riceve palla da Asamoah, supera nel duello Luisao e rompe il digiuno europeo trafiggendo di destro Artur. L'ultimo squillo nelle Coppe dell'argentino risaliva addirittura all'aprile 2009 e anche in quell'occasione la 'vittima' era lusitana, il Porto. Le cose ora sembrano mettersi meglio per i bianconeri, visto che i portoghesi appaiano stanchi. Conte fa rifiatare Tevez e manda in campo Osvaldo. L'obiettivo, chiaro, è andare a caccia del raddoppio. Ma ad andare a segno, quasi a sorpresa, nel momento migliore dei torinesi è nuovamente il Benfica, con un gran destro di Lima dal limite dopo il 'velo' di Cavaleiro (39'). I bianconeri rischiano ancora tantissimo sul successivo rasoterra di Markovic, servito ancora da Lima: la palla sfiora il palo alla sinistra di Buffon. Nel finale, la Juventus potrebbe riequilibrare i conti prima con Marchisio, che complice un'indecisione della difesa lusitana si trova a tu per tu con Artur ma si vede sbarrata la strada dal portiere. Poi in pieno recupero a sfiorare il 2-2 è Chiellini, pescato da Marchisio in area, ma il difensore spreca tutto mandando sul fondo.

BENFICA-JUVENTUS 2-1

Marcatori: 2' pt Garay (B), 28' st Tevez (J), 39' st Lima (B).

Benfica: Artur; Maxi Pereira, Luisao, Garay, Siqueira; Markovic, Enzo Perez, André Gomes (38' st Cavaleiro), Sulejmani (16' st André Almeida); Rodrigo, Cardozo (18' st Lima). A disposizione: Oblak, Jardel, Amorim, Djuricic. All. Jesus.

Juventus: Buffon; Caceres, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Tevez (38' st Osvaldo), Vucinic (20' st Giovinco). A disposizione: Storari, Barzagli, Ogbonna, Padoin, Llorente. All. Conte.

Arbitro: Cakir (Turchia).

Note. Ammoniti: André Gomes, Artur, Almeida (B); Pogba (J).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata