Europa League, Roma-Feyenoord: 23 tifosi olandesi arrestati, 1300 agenti in allerta

Roma, 19 feb. (LaPresse) - Sono 23 i tifosi olandesi fermati in seguito agli scontri avvenuti nella tarda serata di ieri in zona Campo de Fiori e di via del Corso a Roma. Gli ultras, quasi tutti ubriachi, si sono resi protagonisti di un fitto lancio di bottiglie e di oggetti vari verso le forze dell'ordine.

Al termine degli scontri le forze dell'ordine hanno arrestato 16 ultras olandesi, tutti compresi tra i 20 e i 28 anni, con l'accusa di resistenza, lesioni, rissa e violenza a pubblico ufficiale. Poco più tardi, vicino via del Corso altri sette tifosi del Feyenoord sono stati arrestati dai carabinieri. Al termine della notte di scontri sei appartenenti alle forze dell'ordine sono stati costretti a rivolgersi al pronto soccorso per le ferite riportate.

E dopo gli scontri di ieri sera, la questura ha disposto l'utilizzo di 1300 agenti (tra carabinieri, polizia e guardia di finanza) che si occuperanno della sicurezza nella zona dello stadio Olimpico e nelle vie d'accesso all'impianto. I 6000 tifosi del Feyenoord attesi per la partita saranno fatti convergere a piazzale delle Canestre e poi accompagnati allo stadio su bus navetta.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata