Europa League: pari Fiorentina a Basilea ma qualificazione vicina

Basilea (Svizzera), 26 nov. (LaPresse) - Non vince ma conquista un pareggio prezioso in chiave qualificazione la Fiorentina sul campo del Basilea (2-2) nella gara valida per il quinto turno della fase a gironi di Europa League. Nonostante il doppio vantaggio firmato Bernardeschi, i viola possono ritenersi soddisfatti del punto ottenuto, visto che i toscani sono stati costretti a giocare in inferiorità numerica per oltre un'ora a causa dell'espulsione di Roncaglia. La rimonta degli svizzeri grazie ai gol di Suchy ed Elneny è stata solo una conseguenza della situazione difficile che ha dovuto affrontare la squadra di Sousa. Il pareggio nell'altra partita del girone tra Lech Poznan e Belenenses (0-0) lascia però tutto sostanzialmente invariato a una sola giornata dalla fine. La Fiorentina mantiene infatti il secondo posto con due punti di vantaggio sulle inseguitrici e ha bisogno ancora di un solo punto nell'ultima partita del 'Franchi' contro i portoghesi per strappare il pass per i sedicesimi.

Sousa non rinuncia ai suoi titolari schierando davanti Kalinic, supportato da Ilicic e Borja Valero. Formazione tipo anche a centrocampo e in difesa, vista l'importanza dell'impegno. Dopo una prima conclusione senza troppe pretese al 10', il numero dieci della Fiorentina aggiusta la mira al 23' quando trafigge Vailati con un tiro a giro di prima sull'invito di Borja Valero. Per gli ospiti la gara sembra in discesa ma immediatamente la serata di Rodriguez e compagni si complica quando al 26' Roncaglia commette un'ingenuità e lascia in dieci la sua squadra per una gomitata ad Embalo. L'andamento della gara cambia immediatamente, con i viola costretti ora sulla difensiva. Al 32' con la retroguardia viola in evidente affanno gli svizzeri sfiorano il pari con un tiro di Bjarnason che sfiora il palo. Sousa decide allora di correre ai ripari inserendo un difensore, Tomovic, al posto di Ilicic. Al 36' a sorpresa arriva però il raddoppio della Fiorentina. Tutto nasce da un rinvio sbagliato di Vailati, che mette in moto Borja Valero che serve in area Kalinic il quale regala a Bernardeschi il gol del 2-0 con un tocco facile facile. Il Basilea però non ci sta e riapre subito la partita quattro minuti dopo. Sepe si fa trovare pronto sul colpo di testa di Embolo ma nulla può fare sulla ribattuta vincente di Suchy, che accorcia le distanze.

Nella ripresa i toscani sembrano essersi riorganizzati e tengono meglio il campo rispetto alla prima frazione. Al 6' Marcos Alonso su punizione sfiora il 3-1 calciando di poco a lato. Kalinic inoltre è bravo a tenere su la squadra facendo rifiatare centrocampo e difesa. I padroni di casa non riescono a rendersi pericolosi come nel primo tempo, ma al 29' Elneny pesca il jolly con un tiro al volo da fuori dopo una respinta corta di Tomovic su cui Sepe non può far nulla. Sulle ali dell'entusiasmo per il pareggio il Basilea sfiora anche il sorpasso al 32' con un colpo di testa di Embolo che si spegne sul fondo. Nel finale le due squadre, visibilmente stanche, non creano più grosse palle gol e al triplice fischio dell'arbitro il Basilea può festeggiare la qualificazione ai sedicesimi. La Fiorentina invece deve ancora aspettare, ma basterà un pareggio nell'ultima gara del girone al 'Franchi' con il Belenenses per continuare l'avventura europea.

BASILEA-FIORENTINA 2-2

Reti: pt 23' e 36' Bernardeschi (F), 40' Suchy (B); st 29' Elneny (B).

Basilea: Vailata, Xhaka, Lang, Suchy, Safari; Bjarnason (43' st Kuzmanovic), Elnemy, Zuffi; Boetius (15' st Callà), Embolo; Janko. A disp. Salvi, Traoré, Samuel, Delgado, Ajeti. All. Fischer.

Fiorentina: Sepe; Roncaglia, Rodriguez, Astori; Bernardeschi (40' st Babacar), Badelj (40' st Gilberto), Vecino; Borja Valero, Ilicic (33' pt Tomovic); Kalinic. A disp. Tatarusanu, Pasqual, Verdù, Rossi. All. Sousa.

Arbitro: Ivan Kruzliak (Svk).

Note: espulso Roncaglia (F) al 26' pt; ammoniti Rodriguez, Badelj, Borja Valero (F), Suchy, Safari, Bjarnason, Zuffi, Janko (B).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata