Europa League, non basta baby Livaja. Inter fermata dal Neftci

Milano, 6 dic. (LaPresse) - Non basta una doppietta del baby bomber Marko Livaja all'Inter per superare in casa il Neftci di Baku nell'ultima e ininfluente partita della fase a gironi di Europa League. La gara termina 2-2 in uno stadio di San Siro semi vuoto. Stramaccioni lascia ancora una volta a casa Sneijder, ormai separato in casa, così come tanti altri big. In campo i giovani e qualche titolare in cerca della migliore condizione. Protagonista Marko Livaja che sblocca il risultato al 9' con preciso destro da centro area su cross dalla sinistra di Pereira. Primo tempo con poche emozioni e dai ritmi non elevatissimi. Bene i giovani messi in campo da Stramaccioni. L'unica nota negativa è il problema muscolare accusato da Jonathan, che sarà costretto ad uscire nella ripresa.

Proprio nel secondo tempo la partita si rivitalizza, con il Neftci che trova il pareggio con Sadygov che beffa Belec con un destro dai 20 metri. Passano tre minuti e ancora Livaja, di testa su cross di Nagatomo, riporta avanti i nerazzurri. Il giovane attaccante slavo è scatenato e intorno alla mezzora si vede anche annullare un gol regolare, con un tiro che aveva nettamente superato la linea di porta. Nel frattempo Stramaccioni manda in campo anche Cassano per effettuare un rodaggio in vista del Napoli. Nel finale succede di tutto: all'88' Nagatomo con un bolide dai venti metri colpisce la traversa. Neanche il tempo di imprecare, che il Neftci trova il pareggio con Canales che infila a porta vuota dopo un tiro di Bertucci deviato da Belec.

INTER- NEFTCI 2-2

Reti: 9' e 54' Livaja, 51' Sadygov, 90' Canales.

Inter: Belec; Jonathan (65' Bandini), Cambiasso, Samuel (46' Cassano), Pereira; Romanò, Benassi; Pasa, Garritano (53' Nagatomo), Coutinho; Livaja. All.: Andrea Stramaccioni.

Neftci PFK: Stamenkovic; Shukurov (46' Mehdyev), Mitreski, Guliyev, Bertucci; Wobay, Sadygov (77' Seyidon), Ramos, Flavinho; Imamverdiyev (92' Abdullayev); Canales. All.: Boyukaga Hajiyev.

Arbitro: Emir Aleckovic (Bie).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata