Europa League, Fioretina agli ottavi contro la Juve: 1-1 con l'Esbjerg al Franchi

Firenze, 27 feb. (LaPresse) - Tutto facile come previsto per la Fiorentina che pareggia 1-1 contro l'Esbjerg nella gara di ritorno e si qualifica per gli ottavi di finale dell'Europa League. I viola affronteranno ora in un derby che si prevede accesissimo la Juventus. Dopo il 3-1 ottenuto in Danimarca, il ritorno è una pura formalità e così è. Montella ne approfitta per fare esperimenti e per riproporre finalmente Mario Gomez da titolare, il tedesco è in crescita ma è ancora lontano dal top della condizione. Da segnalare che dagli spalti del Franchi si sono sentito diversi cori contro il designatore arbitrale Braschi dopo la squalifica per 4 turni inflitta a Borja Valero, espulso contro il Parma.

Dopo un primo tempo giocato a ritmi da amichevoli e con i viola pericolisi due volte con Ilicic e Matos. E' proprio lo sloveno in apertura di ripresa a sbloccare il risultato con una deliziosa punizione mancina dal limite dell'area. Con il passare dei minuti, Montella inizia a pensare al campionato e fà rifiatare Gonzalo Rodriguez e Pasqual. Squalificato in campionato, Borja Valero prova a togliersi qualche soddisfazione in Europa cercando il gol con un tiro da fuori parato dal portiere avversario. Nel finale l'Esbjerg cresce e dopo aver sfiorato una volta il pareggio, lo trova nel recupero con Vestergaard che si presenta davanti a Rosati e lo batte con un bel tiro di sinistro.

FIORENTINA - ESBJERG 1-1

RETI: 1' st Ilicic (F), 46' st Verstergaard (E) FIORENTINA: Rosati, Roncaglia, Compper, Gonzalo Rodriguez (13' st Tomovic), Pasqual (32' st Vargas); Borja Valero, Pizarro, Ambrosini (21' st Bakic), Ilicic, Gomez, Matos. A disp.: Neto, Joaquin, Fernandez, Matri. All: Montella.

ESBJERG: Dubravka, Drobo-Ampem, Laursen, Knudsen, Bergvold, Andersen (23' st Lekven), Lucena, Rasmussen (41' pt Vestergaard), Van Buren, Nielsen, Pusic (10' st Ankersen). A disp. Hojbjerg, Jakobsen, Bakenga. All: Frederiksen.

Arbitro: Strahonja.

Note: ammoniti Knudsen (E).

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata